8 Luglio 2019

Il primo traghetto ‘a zero emissioni’ in porto

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Due primati in un colpo solo: la più grande e la più pulita in porto. La Cruise Roma, ammiraglia del Gruppo Grimaldi di Napoli, grazie ai lavori di allungamento, restyling e ammodernamento, è ora il più grande traghetto al mondo e, quel che conta ancora di più, il primo nel Mediterraneo che può vantare zero emissioni nelle ore in cui è ancorato in porto. E per raccontare a tutti questo suo primato lo ha proprio scritto sulla fiancata: zero emission in port.

La nuova nave – già uno dei più grandi traghetti al mondo per il trasporto di passeggeri e merci insieme alla gemella, Cruise Barcelona – è stata presentata lunedì 1 luglio nel porto di Civitavecchia, dopo essere tornata operativa sull’autostrada del mare Civitavecchia-Porto Torres-Barcellona, con una cerimonia a cui hanno partecipato il presidente dell’Autorità portuale di Barcellona, Mercé Conesa i Pagès, il presidente dell’Autorità portuale di Civitavecchia, Francesco Maria di Majo, il sindaco della città e il direttore generale del Ministero Mauro Coletta. A fare gli onori di casa è stato l’armatore Emanuele Grimaldi, amministratore delegato del gruppo: “La ‘nuova’ Cruise Roma rappresenta in modo tangibile la nostra continua ricerca dell’eccellenza e il nostro impegno per una mobilità sempre più sostenibile”.

A tagliare in due la nave e ad inserire un nuovo troncone di 29 metri per 30 metri, come in un grande gioco del meccano ma si può immaginare con quali complicazioni operative e tecniche, sono state le maestranze del cantiere Fincantieri di Palermo, un’altra eccellenza italiana e del Mezzogiorno. Adesso il cruise ferry misura 254 metri di lunghezza e ha una stazza lorda di circa 63mila tonnellate, con circa 10mila metri quadri totali aggiuntivi sui 13 piani.

I 3.500 passeggeri che la nave può imbarcare hanno ora a disposizione 500 cabine per un totale di 2mila posti letti e 600 comode poltrone reclinabili. Grazie all’aggiunta di un ‘Family self service’ (fast food), i tre ristoranti di bordo possono servire 850 persone, 280 in più grazie alla nuova struttura. Il ponte auto di 3mila metri quadrati ha una capacità di 271 automobili mentre oltre 3.700 metri lineari sono destinati a circa 210 mezzi pesanti.

A garantire le emissioni zero in porto è l’impianto di megabatterie al litio della capacità di oltre 5 Megawatt che alimenta la nave durante le soste – senza che sia necessario mettere in funzione i diesel-generatori – e che a sua volta si carica di elettricità durante la navigazione. Sono poi state adottate altre soluzioni d’avanguardia volte alla riduzione dell’impatto ambientale e al risparmio energetico: sono stati installati quattro scrubber per la depurazione dei gas di scarico che abbattono le emissioni di zolfo fino allo 0,1% in massa (5 volte meglio di quanto sarà previsto dalla nuova normativa Imo da gennaio 2020) e riducono il particolato dell’80%.

“Con questi catalizzatori abbattiamo 40 volte di più le emissioni di zolfo – ha sottolineato Grimaldi – e riduciamo le emissioni per tonnellata/chilometro trasportato. A fronte di una capacità di carico aumentata del 25-30%, le emissioni crescono appena del 2%”. “Questo progetto rappresenta il futuro della navigazione – ha commentato la presidente dell’Autorità portuale di Barcellona, Mercé Conesa – perché porta un grande beneficio ambientale. La futura industria marittima dovrà essere sempre più sostenibile. Zero emissioni in porto per Barcellona significa oltre 100 tonnellate di Nox in meno nell’aria all’anno”.

Grimaldi ha anche ricordato che finora sono state allungate 8 navi (6 della Finnlines che opera nel Baltico e nel mare del Nord) per un investimento totale di 300 milioni di euro e che, sempre con Fincantieri, il gruppo programma di costruire nuove navi: “Continueremo a lavorare nella direzione della sostenibilità ambientale, con l’obiettivo costante di rispondere alla domanda di servizi di trasporto di merci e passeggeri con innovazione, qualità ed efficienza”, ha concluso.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.