16 Luglio 2019

Come accelerare sulle rinnovabili: accordo Irena-RES4Africa

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Irena e la fondazione RES4Africa hanno deciso di collaborare per aumentare la velocità dello sviluppo delle rinnovabili in Africa. La ‘lettera d’intenti’, firmata il 15 luglio a Roma, vedrà le due parti lavorare insieme per esplorare iniziative pubblico-private e dialoghi strategici per accelerare l’impiego di energie rinnovabili in Africa.

Con oltre 620 milioni di africani – quasi la metà della popolazione del continente – ancora senza accesso all’elettricità, la RES4Africa Foundation lavora, tra le altre cose, per promuovere l’adozione di energia rinnovabile in Africa. Irena stima che il continente potrebbe soddisfare circa un quarto del proprio fabbisogno energetico da fonti rinnovabili locali entro il 2030, ma per realizzare questo potenziale è necessario un passo avanti nell’adozione delle energie rinnovabili.

“Per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile e affrontare i cambiamenti climatici dobbiamo aumentare la percentuale di energia globale fornita dalle energie rinnovabili al 50% entro la metà del secolo”, ha dichiarato Francesco La Camera durante l’evento di presentazione della firma che si è tenuto nell’Africa Centre for Climate and Sustainable Development. Il centro è stato inaugurato dal ministero dell’ambiente a gennaio, quando proprio La Camera, appena indicato come nuovo Dg dell’Irena, era ancora Direttore generale dello sviluppo sostenibile del ministero. “Ciò – ha aggiunto – richiede un’implementazione significativa della distribuzione di energia rinnovabile. Partnership più forti possono accelerare la trasformazione energetica togliendo milioni di persone nei villaggi rurali di tutta l’Africa dalla povertà energetica”.

L’impegno di Irena con l’Africa sulle energie rinnovabili risale già alla formazione dell’agenzia. Una componente chiave dell’impegno di Irena e del suo impegno per promuovere l’integrazione dei mercati regionali nel continente è stato lo sviluppo dei corridoi dell’energia pulita. Secondo un’analisi Irena una trasformazione del settore energetico africano verso le fonti rinnovabili, entro il 2030, comporterebbe riduzioni delle emissioni fino a 310 megatoni all’anno e creerebbe milioni di posti di lavoro in tutto il continente.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.