GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

La mossa a sorpresa di Telegram: una moneta digitale per rispondere a Libra

durov telegram

Telegram risponde a Facebook (il suo più grande rivale sulla messaggistica, attraverso Messenger e Whatsapp): tra due mesi lancerà la sua moneta digitale.

È, di fatto, la risposta a Libra, il progetto di moneta digitale di Facebook. Una risposta, quella dell’app di messaggistica, che si dovrebbe chiamare Gram. Consentirebbe anche di inviare denaro. Telegram, è stata fondata nel 2013 dai fratelli Durov, imprenditori russi andati via dal paese dopo contrasti col governo. Nel 2018 l’app contava 200 milioni di utenti.

durov telegram
Uno dei due fratelli co-fondatori di Telegram, Pavel Durov (AP Photo/Tatan Syuflana, File)

La notizia, riportata dal New York Times, arriva nel momento in cui Libra di Facebook è sotto i riflettori della autorità internazionali, finanziarie e non. Di recente è finita anche sotto i riflettori dell’Antitrust Ue. Un gruppo di investitori di Telegram, che ha parlato alla testata sotto anonimato, ha spiegato che Gram diventerà una nuova valuta online e un modo per spostare denaro in qualsiasi parte del mondo. A differenza di Facebook, che ha reso pubblici i suoi piani di moneta digitale prima del lancio ufficiale previsto nel 2020, Telegram si è mossa in segreto forse per non destare troppe domande delle autorità preoccupate sempre di più del fatto che monete come Gram o Libra potrebbero, al pari dei Bitcoin, essere utili a nascondere traffici di denaro, di droga o cybercrime.

L’app Telegram permette l’invio di messaggi crittografati tra utenti, un sistema considerato sicuro tanto che è adottato sia da dissidenti e manifestanti, come sta accadendo in questi giorni durante le proteste di Hong Kong.

Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.