21 Ottobre 2019

Allerta pirati in mare, anche informatici  

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

La denuncia di Confitarma, impegnata a contrastare la minaccia tradizionale e quella tecnologica.

Chi li immagina con la benda sull’occhio e il cappello a tricorno, confinati alla sola vita di carta dei romanzi di Robert Louis Stevenson ed Emilio Salgari o alla vita di celluloide della saga cinematografica della Disney, sbaglia di grosso. I pirati in carne e ossa esistono, eccome se esistono. Non li si riconosce dai vestiti o dai tatuaggi, l’abito non fa il monaco, ma come un tempo vanno all’arrembaggio. Non più manovrando velieri su cui svetta la bandiera nera con il teschio, ma alla guida di piccole imbarcazioni veloci: i pirati moderni usano scale mobili con rampini agganciabili alla murata per salire a bordo e prendere in ostaggio la nave, il suo equipaggio e il suo carico. Oppure per razziare tutto quel che si può portar via, provviste, computer, averi dei marinai. E i più insidiosi sono quelli che un corpo non ce l’hanno, sbucano dall’etere con incursioni invisibili e catturano la nave via Internet, prendendone i comandi. 

A raccontare le storie dei pirati del XXI secolo non sono più gli scrittori, bensì gli armatori di Confitarma che li fronteggiano e hanno imparato a combatterli, a neutralizzarne la minaccia. Una minaccia che si rinnova in forme diverse, come spiega il direttore dell’associazione aderente a Confindustria, Luca Sisto: “tra il 2005 e il 2012 erano concentrati nell’Oceano Indiano, pirati somali che prendevano di mira le nostre navi nel Golfo di Aden, vicino alle coste, passaggio obbligato dal Mediterraneo alle rotte asiatiche. Poi, nel 2010-2011 si sono spostati in pieno oceano. Ora la minaccia si concentra in due aree, il West Africa, il Golfo di Guinea al largo della Nigeria e della Costa d’Avorio, e il Far East, Malacca e Filippine: non più sequestri che possono durare settimane ma ruberie e saccheggi a bordo”. 

 

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di ottobre.

Puoi abbonarti al magazine in versione cartacea oppure puoi accedere alla versione digitale.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.