Banner Wobi Header

Will Smith e altri vip mettono 11 mln nella startup Sandbox VR

La realtà virtuale di Sandbox VR conquista il mondo di Hollywood. La startup, infatti, ha appena raccolto 11 milioni di dollari in un round guidato dal Cultural Leadership Fund di Andreessen Horowitz a cui hanno preso parte un gruppo di vip attenti alle potenzialità dell’innovazione. Tra questi Justin Timberlake, Katy Perry, Orlando Bloom, Kanye West e Will Smith. Sandbox VR aveva già chiuso un round di serie A da 68 milioni di dollari guidato da Andreessen Horowitz all’inizio dell’anno e ad oggi ha portato la sua raccolta totale a 82 milioni.

Sandbox realizza videogames multigiocatore in realtà virtuale: si tratta di una tecnologia molto avanzata che punta a attrarre sempre più appassionati di videogiochi permettendo loro di “immergersi” totalmente nell’ambiente di gioco. Invece di offrire solo il dispositivo, la startup offre “esperienze” da vivere in una determinata location pagando un biglietto d’ingresso.“Il settore è difficile perché praticamente devi essere tre startup in una: devi costruire il tuo contenuto, la tua tecnologia e gestire le location” ha detto il manager esecutivo di Sandbox Siqi Chen. Quello di portare le esperienze di gioco in VR in un determinato posto fisico è il problema principale della startup che vuole creare un hub dove gli utenti possano provare tutti i giochi prodotti e la tecnologia di Sandbox VR.

Un altro tema è quello di realizzare una serie di contenuti esclusivi che possano spiccare tra quelli dei vari concorrenti: per fare tutto questo occorre un processo di sviluppo piuttosto costoso e idee brillanti. D’altronde gli utenti di Sandbox sono esigenti, dal momento che la startup chiede un biglietto da 48 dollari per fare un’esperienza di gioco di 30 minuti con la sua tecnologia.

La startup ha stretto una partnership con CBS Interactive Studios per creare un gioco sulla trama di Star Trek: per Sandbox è cruciale offrire contenuti che possano attrarre un pubblico quanto più ampio possibile che dall’altra parte avrebbe una scelta di set di VR, ormai non più costosi, per giocare in casa, come gli Oculus Quest. L’investimento ricevuto dallo star system potrebbe aiutare la startup a farsi pubblicità anche da questo punto di vista, quello del branding: far passare l’esperienza di gioco in VR come qualcosa di ancora più “cool” rispetto ai videogames tradizionali.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.