Advertisement

10 Dicembre 2019

AI, blockchain e cloud. Così Ibm Italia spicca nel panorama global

Attilia Burke

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Intelligenza artificiale, blockchain e cloud. Queste le nuove tecnologie per le quali Ibm Italia si distingue nel panorama global. E che vengono messe a disposizione delle imprese italiane nel nuovo Ibm Studios di Milano. Ne parla l’amministratore delegato di Ibm Italia Enrico Cereda, in occasione della XIV Transatlantic Award Gala Dinner, l’appuntamento più importante dell’anno nel calendario degli eventi dell’American Chamber of Commerce in Italy.

 

Vincitore del Transatlantic Award 2019, destinato a importanti personalità americane e italiane dell’imprenditoria e del management che si sono distinte nel favorire lo sviluppo delle relazioni transatlantiche tra Italia e Stati Uniti nel corso dell’anno, Cereda sottolinea che “Ibm Italia ha una lunghissima tradizione nel portare investimenti in italia, e Ibm Studios Milano è l’ultimo di una lunga serie”.

 

Il colosso del tech ora punta a “giocare un ruolo fondamentale verso la crescita del nostro Paese”, sottolinea Cereda. Un obiettivo che potrebbe trovare una spinta dalla profonda trasformazione digitale che è in corso in tutti i settori. Se le previsioni del McKinsey Global Institute si avvereranno, entro il 2030 l’intelligenza artificiale potrebbe contribuire a una crescita del Pil globale pari a 13.000 mld di dollari. Un incremento medio annuo dell’1,2%. Ed è in questo contesto che Ibm dovrà farsi spazio, cavalcare l’onda e arrivare alla meta prima della concorrenza.

 

 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.