14 Gennaio 2020

Nell’atelier del sarto che veste i potenti di tutto il mondo

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Nell’atelier di Gaetano Aloisio: maestro sarto che dalla Calabria ha portato l’arte dell’abito da uomo in tutto il mondo. Di Carlotta Balena.

Gli antichi Inca chiamavano la lana della vicuña fibra degli Dei. La versione più selvatica  – e più venerata – del lama, vive sulle vette fredde delle Ande, a 5 mila metri di altezza, allo stato brado. Non si può tosare e non si può toccare: è in via d’estinzione ed è sotto la tutela del governo del Perù. Per tessere la soffice lanugine caratteristica della sua pancia, pertanto, c’è solo un modo: raccogliere i preziosi batuffoli che restano impigliati nei cespugli dei luoghi dei suoi pascoli. Qualora desideraste avere un abito confezionato con lana di vicuña, potete recarvi nell’atelier di Gaetano Aloisio, in via di Porta Pinciana 1, nel cuore di Roma. Con la consapevolezza di chiedere un modello tra i più lussuosi al mondo: “Un abito del genere può costare anche 30mila euro”, dice Aloisio, accarezzando il fazzoletto di vicuña blu che mi mostra per farmi capire di cosa stiamo parlando. “È leggero ed estremamente caldo. Qualitativamente molto più alto del cashmere. Certo, un abito così è per chi non ha problemi. È per i ricchi”.  

Gaetano Aloisio è maestro sarto, presidente dell’Accademia Nazionale dei sarti. Gli abiti da uomo che crea partendo “dalla personalità e dalla corporatura del cliente, affinché si senta sé stesso e perfettamente a suo agio”, sono richiesti in tutto il mondo. I clienti lui li raggiunge direttamente nei loro Paesi, dove viene accolto “con un trattamento da capo di Stato”, oppure vengono qui, nell’atelier vicino via Veneto, varcando il portone d’ingresso con la maniglia dorata a forma di forbici (come il premio che ha vinto poco più che ventenne). Mi accoglie in un completo blu a quadri di Tweed, camicia a righe con colletto bianco, cravatta bordeaux, pochette in seta color ciliegia, occhiali da vista leggermente sfumati. L’epitome del gentleman, così come universalmente viene riconosciuto l’uomo elegante.  

 

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di gennaio.

Puoi abbonarti al magazine in versione cartacea oppure puoi accedere alla versione digitale.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.