cdp banner 1
cdp banner 2
WBF

Penta, la challenger bank per startup e pmi sbarca in Italia

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Aboca banner articolo

Arriva anche in Italia Penta, la challenger bank ideata per aiutare chi vuole fare impresa. Nata in Germania nel 2018, la piattaforma di business banking aiuta le startup a crescere e rafforza la stabilità delle Pmi, con un servizio innovativo e semplificato a portata di smartphone. Come tutte le challenger bank non ha filiali fisiche e mira a sfidare la vecchia guardia del mondo degli istituti di credito, mettendo a disposizione i propri servizi unicamente online.

Penta supera il concetto di challenger bank per i privati, per portare al servizio delle imprese il suo know-how. “Siamo la prima business bank totalmente focalizzata sull’impresa, e non sul consumer – dice a Fortune Italia Bruno Reggiani, country manager Italia di Penta -. Vogliamo diventare una piattaforma che integra le migliori soluzioni Fintech e Business per la gestione della propria azienda. Per farlo stiamo lavorando alla creazione di un Cfo virtuale, che alleggerirà le aziende di tanta operatività, snellendo ulteriormente il carico di gestione finanziaria dell’impresa”.

Grazie agli oltre 16 mila clienti, un team di più di 90 persone e uffici a Berlino e Belgrado, Penta ha ottenuto da poco un secondo round di finanziamento di 8 mln di euro, che ha segnato l’avvio dell’internazionalizzazione e che ha portato, ad ottobre, all’apertura di una sede a Milano, nel quartiere Isola. “La nuova business unit di Penta – afferma Reggiani – è formata da un team italiano pronto ad ascoltare il cliente e modificare il prodotto in base ai feedback ricevuti. Il nostro obiettivo è aiutare gli imprenditori italiani a migliorare i propri processi aziendali e finanziari, utilizzando un servizio di business banking che fornisce un marketplace esclusivo e in continuo divenire. Stiamo affrontando la prima sfida di internazionalizzazione, cercando di adattare i nostri processi a una realtà differente dal punto di vista dei regolamenti, come quella italiana”.

“Penta non è una banca – continua Bruno Reggiani – ma ne offre i vantaggi, la sicurezza e le funzionalità, eliminando tutto ciò che è inutile e superfluo. Con noi l’imprenditore trova un visibile miglioramento nel controllo delle operazioni e nella facilità di gestione del proprio business: dal fare 50 pagamenti con un clic, all’ordinare carte per i propri dipendenti. E aggiungiamo funzionalità ogni mese, grazie a nuove partnership”. Tra quelle già avviate c’èSumUp, il lettore di carte che permette pagamenti rapidi e veloci, Credimi, la piattaforma per semplificare l’accesso ai crediti per le imprese, e Debitoor, il programma di fatturazione per PMI e professionisti.

“Ad oggi – conclude Bruno Reggiani – stiamo lavorando per rendere il mondo del fintech conosciuto, creando degli eventi nei principali coworking di diverse città italiane, in collaborazione con grandi player del mercato italiano, per raccontare le nuove possibilità che il panorama fintech mette a disposizione per gli imprenditori”.

WBF
cdp 2

Leggi anche

WBF
cdp 2
cdp 2
A2A

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.