Advertisement

28 Maggio 2020

Come è cambiato il traffico durante l’emergenza Coronavirus

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Dall’inizio della pandemia di coronavirus, a livello nazionale, il calo della mobilità giornaliera ha toccato il -97% di spostamenti effettuati dagli automobilisti italiani, il 12 aprile. Ora, a seguito delle misure entrate in vigore dal 4 maggio 2020 per la Fase 2 istituita dal Governo italiano, a Roma e a Milano la mobilità è decisamente aumentata, secondo i dati sulla mobilità di Waze relativi agli spostamenti degli automobilisti.

 

Infatti a partire da maggio ed esattamente un mese dopo il picco minimo, il dato è aumentato, registrando un aumento del 35% del traffico, ma comunque fino al -62% di chilometri percorsi rispetto ai numeri di febbraio. Paragonando, invece, i dati di settimana in settimana, si evince un aumento degli spostamenti in tutto il territorio italiano dove si è registrato un aumento dell’14% nella settimana dal 3 al 9 maggio – rispetto alla settimana precedente – e un ulteriore aumento del 3% degli spostamenti nazionali nella settimana dal 10 al 16 maggio.

 

I dati relativi alla Capitale e alla città meneghina si equivalgono ed entrambe hanno registrato -97% degli spostamenti il 13 aprile, sempre rispetto ai numeri di febbraio. Tuttavia, i dati hanno iniziato a segnalare una ripresa del traffico a partire da maggio in occasione della riapertura delle prime attività. Il 13 maggio – un mese dopo il picco negativo – a Roma si è registrato un aumento della mobilità del 30% rispetto ad aprile, mentre Milano è salita del 33% il 12 maggio. L’incremento della mobilità di settimana in settimana è positivo sia per Roma sia per Milano, che nella settimana dal 3 al 9 maggio, hanno registrato rispettivamente il +12% e +11% di spostamenti rispetto alla settimana precedente. Milano ha il miglior dato in assoluto in termini di aumento della mobilità nella settimana dal 10 al 16 maggio con una crescita del 5% dei chilometri percorsi, mentre Roma ha mostrato un incremento del 4% sempre rispetto alla settimana dal 3 al 9 maggio.

 

In generale, gli spostamenti in città e in tutto il Bel Paese nel weekend continuano a rivelare dati molto bassi. In Italia, durante il periodo di lockdown prima del 4 maggio si registrava in media una diminuzione degli spostamenti di oltre il -90% nel fine settimana, in particolare nelle giornate del 2 e 3 maggio nella città di Milano il calo è stato netto. Solo Roma, nella giornata del 2 maggio, ha registrato un valore poco superiore al -80%. I dati sono risaliti lievemente nei weekend successivi all’allentamento delle misure per la Fase 2, ad esempio sabato 9 maggio Milano è passata a -76% e Roma a -71%, il dato più basso mai registrato dal lockdown.

 

Nonostante lo smart working sia ancora molto diffuso e le città si siano attivate per ridisegnare la propria infrastruttura stradale, grazie ai dati di Waze si possono notare i primi cambiamenti rispetto alle tendenze del traffico automobilistico. In particolare in Italia, Milano e Roma, dal 17 al 23 maggio si registra un aumento dell’11% di spostamenti nella settimana della grande riapertura, rispetto alla settimana precedente. Anche i viaggi nel weekend aumentano e raggiungono numericamente lo stesso andamento registrato da Waze nei giorni feriali, infatti il dato medio per il weekend del 23 e 24 maggio rispetto al quello del 2 e 3 maggio, registra un aumento del 34,5% degli spostamenti per l’Italia e per Milano, mentre il +38,5% per Roma.  Ad esempio, a Roma, domenica 24 maggio il traffico è aumentato del 41% rispetto alla prima domenica dello stesso mese mentre Milano, per lo stesso giorno, del 33%.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.