Advertisement

27 Luglio 2020

La sfida di Facebook a TikTok: è in arrivo Instagram Reels

Nicola Sellitti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Una sfida tra colossi a colpi di mini video. TikTok continua a incontrare ostacoli negli Stati Uniti, in Australia e in Cina e Facebook è pronto a fare la sua mossa per scardinare il suo impero. Il gigante creato da Mark Zuckerberg lancia entro agosto, come scrive Usa Today, Instagram Reels, l’alter ego dell’app cinese che domina la classifica dei clic da oltre un anno, con ulteriore impennata durante il lockdown. Brevi video, prodotto testato principalmente in Brasile dallo scorso novembre – in Sudamerica il culto di TikTok per ora è meno osservato -, un lavoro che dura da oltre un anno, con test in Francia, Germania e anche in India, dove TikTok è finito al bando, assieme a 58 applicazione sviluppate nel paese della Grande Muraglia a causa della sicurezza dei dati.

 

Dunque, un nuovo strumento per i più giovani (ma la platea di TikTok si è parecchio estesa dall’esordio del Covid-19 sulla scena mondiale, arrivando a circa due miliardi di download), lo start di Reels è prossimo: il via in America, Regno Unito, Giappone, Messico e altri 50 Paesi, compresa l’Italia. Reels finisce nella parte inferiore della schermata di Instagram, con i video che saranno visibili allo stesso modo nel feed principale e nella sezione Esplora della piattaforma social. Ed è particolarmente atteso l’incrocio negli Stati Uniti – 80 milioni di utenti per TikTok, applicazione più scaricata nel 2018 -, dove potrebbe verificarsi uno scambio al vertice dei colossi dei mini video, perché TikTok è inviso all’amministrazione Trump (violazione della sicurezza informatica nazionale, ha spiegato a inizio luglio il segretario di stato Mike Pompeo ma c’entrano i pessimi rapporti con Pechino) e pure la Marina degli Stati Uniti ha boicottato l’utilizzo della piattaforma.

 

Nel frattempo non ci sono ancora notizie sulle partnership musicali siglate dal nuovo potenziale player dei mini video e neppure se gli utenti potranno far scorrere i video verticalmente, come il coinvolgente feed di TikTok. Ma la competizione sta per iniziare, ricordando che non è il primo tentativo da parte di Mr.Facebook di contrastare il potere mediatico di TikTok, ormai divenuto elemento cardine della cultura popolare. Il 10 luglio è calato il sipario su Lasso, applicazione lanciata nel novembre 2018, sovrapponibile a TikTok ma con appena 600 mila download, secondo le stime di Sensor Tower.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.