WBF

TikTok negli Usa si può ancora scaricare

tiktok
Aboca banner articolo

Nella nottata americana, negli Stati Uniti, sarebbe dovuto entrare in vigore il divieto per i nuovi utenti di scaricare TikTok sul proprio dispositivo, per volere dell’amministrazione Trump. Un tribunale distrettuale di Washington, in extremis, ha sospeso quel divieto.

 

Dopo un’udienza telefonica, il giudice Carl Nichols della Corte distrettuale del Distretto di Columbia ha concesso un’ingiunzione preliminare a TikTok, bloccando il previsto divieto di nuovi download negli Stati Uniti che sarebbe entrato in vigore a mezzanotte. Avrebbe vietato a mercati come l’Apple App Store di offrire TikTok per il download. La decisione del giudice federale significa che l’azienda tecnologica di Los Angeles può ora operare senza interruzioni almeno fino all’udienza in tribunale.

 

La decisione riguarda solo il divieto di download che sarebbe dovuto entrare in vigore dal 28 settembre. Non c’è una sentenza relativa al divieto che l’amministrazione Trump ha imposto a TikTok a partire da novembre, che potrebbe ancora andare avanti. Secondo le decisioni di Washington, l’app smetterà di funzionare completamente per gli utenti di smartphone statunitensi il 12 novembre. TikTok ha circa 100 milioni di utenti negli Stati Uniti. L’amministrazione del presidente Donald Trump sostiene che, poiché TikTok raccoglie i dati degli utenti, è un rischio per la sicurezza, sostenendo che le autorità cinesi potrebbero avere accesso a quei dati. TikTok e la società madre cinese ByteDance negano le accuse.

 

 

L’amministrazione Trump sta cercando di forzare la vendita di TikTok a società statunitensi, affermando di essere preoccupata che i dati degli utenti cadano nelle mani del governo cinese. Washington continua a vedere dei rischi, nonostante l’assicurazione che i dati degli utenti americani saranno conservati negli Stati Uniti nell’ambito di un accordo provvisorio tra TikTok e due importanti aziende statunitensi. Il destino dei colloqui per l’acquisto di TikTok rimane poco chiaro. Oracle e il rivenditore Walmart hanno fatto un’offerta per una percentuale di TikTok negli Stati Uniti, anche se non è ancora chiaro se il loro controllo sarà sufficiente a soddisfare Washington, visto il rifiuto dei cinesi di cedere l’algoritmo alla base dell’applicazione.

 

 

”Siamo lieti che la corte abbia accettato le nostre argomentazioni legali e abbia emesso un’ingiunzione che impedisce l’attuazione del divieto di applicazione di TikTok – ha sottolineato TikTok – Continueremo a difendere i nostri diritti a beneficio della nostra comunità e dei nostri dipendenti”.

 

“Allo stesso tempo, manterremo anche il nostro dialogo continuo con il governo per trasformare la nostra proposta, a cui il Presidente ha dato la sua approvazione preliminare lo scorso fine settimana, in un accordo”. La proposta si riferisce a un accordo tra ByteDance, Oracle e Walmart, attraverso il quale TikTok aveva sperato di risolvere i problemi di sicurezza dell’amministrazione statunitense e “risolvere le questioni relative al futuro di TikTok” negli Stati Uniti. La vittoria temporanea di TikTok segue l’ordine del giudice Laurel Beeler a San Francisco, che ha sospeso l’applicazione del divieto del presidente di WeChat a settembre. Le azioni contro TikTok e WeChat “sono volte a indebolire il ruolo della Cina nell’economia digitale globale in generale, principalmente per ragioni geopolitiche”, ha spiegato alla Xinhua Jeffrey Sachs, professore di economia alla Columbia University e consigliere senior delle Nazioni Unite. Il Ministero del Commercio cinese (Moc) ha recentemente affermato di essere decisamente contrario all’iniziativa degli Stati Uniti di bloccare il download delle applicazioni WeChat e TikTok, esortando gli Stati Uniti a salvaguardare le regole e l’ordine internazionale.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.