Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
Metarecord

La settimana, storie e analisi: morire su TikTok

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
tiktok

Notizie, approfondimenti e commenti della newsletter di questa settimana (ci si registra qui): Morire su TikTok; la missione di Biden; è ricomparso Jack Ma; una maggioranza relativa; il ritardo di Pfizer.

 

Ci si può abbonare al magazine mensile di Fortune Italia qui: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.

 

 

L’opinione

Di Fabio Insenga

 

 

Morire, a dieci anni, presumibilmente per una sfida su TikTok. Un’associazione, quella tra la morte di una bambina e una sfida estrema, istigata via social network, che impietrisce. La cronaca ripropone, brutalmente, il tema della sicurezza, soprattutto per i minori, sui social network. I fatti vanno accertati. Ci sono due inchieste aperte. Una della Procura dei minori, l’altra dalla Procura di Palermo. Fascicoli contro ignoti per istigazione al suicidio. I magistrati devono capire se la morte della piccola palermitana sia il tragico epilogo di una sfida estrema su TikTok, il ‘Black out challenge’, una folle prova di resistenza che consiste nel restare il maggior tempo possibile senza respirare con una cintura stretta intorno al collo.

 

Trovate qui l’opinione integrale.

fabio.insenga@fortuneita.com

 

 

 

Le altre storie della settimana

 

Usa
La missione di Biden, non basta cancellare Trump

 

Se ne va il peggiore di tutti. Il peggiore di sempre, Donald Trump. E arriva alla Casa Bianca un presidente, Joe Biden, che ha un compito essenziale: riportare alla normalità una democrazia profondamente lacerata da anni di decisioni sbagliate, di strappi e di oltraggi, culminati nell’assalto a Capitol Hill. La missione del nuovo Presidente passa da una premessa, cancellare Trump, ma deve avere un orizzonte più ambizioso, fare i conti con il trumpismo e dare le risposte che servono per tornare su un percorso progressista. Una rivoluzione che deve incidere sulle fondamenta della società, puntando sui diritti, l’istruzione, l’immigrazione e la sanità, e dell’economia, dalle politiche per il lavoro, al rapporti con le grandi corporation e alla riforma fiscale.

 

 

Cina
Jack Ma è tornato a farsi vedere in pubblico

Il miliardario del tech cinese Jack Ma è tornato a mostrarsi al pubblico mercoledì, dopo che la sua assenza di due mesi dai riflettori e la sua discussa battaglia con i regolatori cinesi avevano sollevato domande su dove effettivamente si trovasse. Jack Ma è apparso in video a un evento annuale organizzato per riconoscere il lavoro degli insegnanti delle zone rurali, secondo i media cinesi. All’evento, Ma non ha menzionato la sua scomparsa o il motivo per cui è riemerso ora. Un portavoce della Jack Ma Foundation ha confermato a Fortune che Ma ha partecipato all’evento mercoledì; il portavoce non ha voluto commentare dove si trovi attualmente.

 

Governo
Conte supera (male) lo scoglio Senato

 

Giuseppe Conte supera (male) anche lo scoglio del Senato. A Palazzo Madama ottiene la fiducia con 156 sì, 140 no e 16 astenuti. L’analisi dei numeri restituisce tutta la tensione di questi giorni e l’equilibrio precario su cui si tiene una maggioranza faticosamente assemblata dopo lo strappo di Italia Viva. Non è una maggioranza assoluta in un ramo del Parlamento e non è neanche una maggioranza sostenuta da un’alleanza politica strutturata. È piuttosto una maggioranza da costruire, nelle ambizioni del premier intorno a un patto di fine legislatura e intorno a una squadra di governo rafforzata. Nella realtà, per ora, è una maggioranza relativa e molto fragile.

 

 

Coronavirus
I ritardi nei vaccini per gli over 80 e l’azione legale contro Pfizer

Stop ai vaccini anti-Covid per gli ‘over 80’. Dopo un inizio incerto, la somministrazione dei sieri contro il coronavirus in Italia sembrava decollata. Ora una nuova frenata, che inciderà soprattutto sulle persone con più di 80 anni, le più a rischio a causa del virus. Mancano infatti all’appello oltre 50 mila dosi. E il rallentamento nelle consegne dei vaccini Pfizer-BioNTech continuerà per le prossime settimane. E per quanto riguarda un possibile contenzioso, la via da intraprendere, come ci hanno riferito fonti ben informate, appare assai stretta, sia per ragioni di tipo tecnico, che di merito.

 

 

Notizie Adnkronos:

 

– Tlc, Bellezza (Infratel): “Rivedere regole subappalto, tossiche per crescita”

 

– Inps, Gruppo Gino Falleri: “Giornalismo chieda scusa a Tridico su aumento stipendio”

Leggi anche

genova
Masmec Box
Invetis Box

I più letti