Banner Header Gilead

Firmamento Michelin: in Italia 385 ristoranti stellati

Sono 385 i ristoranti stellati in Italia secondo la guida francese; arriva la terza stella per Antonino Cannavacciuolo e due insegne conquistano la seconda a Roma. La versione originale di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di dicembre 2022 – gennaio 2023.

Puntuale e attesa come ogni ricorrenza che si rispetti, la rivelazione delle stelle Michelin 2023 per il nostro Paese ha animato il pomeriggio dell’8 novembre al Relais Franciacorta di Corte Franca, nel cuore della regione vinicola destination partner della ‘rossa’ (questo, da sempre, l’inconfondibile colore della copertina).

La 68ma edizione della guida più seguita dai buongustai di tutto il mondo ha portato il conto nazionale al totale di 385, somma di 335 monostellati (con 33 nuove assegnazioni), 38 due stelle (con 4 new entry guidate — ottimo segnale — da chef under 35) e 12 ristoranti con tre stelle.

È proprio l’ultima categoria a fare da sfondo a una delle sorprese più gradite, ovvero l’ingresso di Villa Crespi — il fascinoso ristorante sul lago d’Orta di Antonino Cannavacciuolo — nel gotha della ristorazione mondiale. È qui che lo chef campano ha ricevuto la sua prima stella nel 2003 e la seconda appena tre anni dopo, continuando a perfezionare la cucina di “anima, cuore e tecnica” che ha dovuto attendere 16 anni — forse un po’ troppi? — per accedere al club dei tristellati, che comprende e conferma Piazza Duomo ad Alba, Da Vittorio a Brusaporto, Enrico Bartolini al MUDEC di Milano, St. Hubertus a San Cassiano, Le Calandre a Rubano, Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio, Osteria Francescana a Modena, Uliassi a Senigallia, Enoteca Pinchiorri a Firenze, La Pergola a Roma e il Reale a Castel di Sangro. Tante le novità anche nei dintorni della capitale, dove si trova la metà dei quattro nuovi bistellati: il ristorante Acquolina ed Enoteca La Torre, guidati rispettivamente dai giovani chef Daniele Lippi e Domenico Stile.

Una scena gastronomica, quella di Roma e dintorni, particolarmente vivace e promettente, che ha attirato l’attenzione anche su Pulejo — con Davide Puleio oggi al lavoro nella sua città natale — e addirittura sui Castelli Romani, che ad Ariccia vedono la coppia Sara Scarsella e Matteo Compagnucci ricevere la prima stella per un’offerta particolarmente creativa (nella patria della porchetta).

Antonino Cannavacciuolo

Non resta a guardare la Lombardia che, con ben 59 ristoranti segnalati, si conferma la regione con l’offerta più ampia, davanti a Campania e Piemonte. La provincia in testa, invece, resta saldamente quella di Napoli con 29 insegne. A Milano raccoglie consensi la nuova impresa dello chef Andrea Aprea e il suo locale, scrigno di alta cucina e design, all’interno della Fondazione Luigi Rovati.

Ma la città continua a essere teatro anche dei successi di Enrico Bartolini: il ristorante Anima, alla sua prima stella, porta il timbro della sua consulenza, così come il sardo Fuoco Sacro del Petra Segreta Resort & Spa e la Locanda Sant’Uffizio di Penango, rispettivamente una e due stelle. Occorre spiegare come mai lo chef toscano – che raggiunge dunque il record di 12 stelle suddivise su 8 locali – abbia ritirato anche il premio Mentor Chef 2023?

Parlano infine di sostenibilità, anche in termini economici e di etica del lavoro, le stelle verdi che la Michelin attribuisce dal 2021. Tra i 19 nuovi ingressi (a comporre un totale di 48 locali green) è da segnalare quello del ristorante vegetariano I Tenerumi: lo chef Davide Guidara si aggiudica la doppietta di stelle verde e rossa nonché il premio Michelin Young Chef 2023. Il cielo sulla piccola isola di Vulcano non è mai stato così brillante.

La versione originale di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di dicembre 2022 – gennaio 2023. Ci si può abbonare al magazine di Fortune Italia a questo link: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.