GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Tapestry e Capri Holdings, un matrimonio da 8,5 mld nel mondo del lusso

Nel mondo del lusso, si consuma un matrimonio da 8,5 miliardi di dollari che promette di creare un gigante in grado di sfidare i colossi europei come Lvmh e Kering. Coach, Versace e Jimmy Choo si uniscono sotto l’ombrello di Tapestry, che possiede anche i marchi Kate Spade e Stuart Weitzman. L’accordo prevede di acquisire Capri Holdings, creando un big con 12 miliardi di ricavi l’anno. Un accordo storico che darà vita a un colosso con ricavi annuali di 12 miliardi di dollari, in grado di spaziare su diversi mercati e di attrarre una vasta gamma di consumatori, dai fan dell’extra lusso europeo a coloro con budget più contenuti che non vogliono rinunciare al prestigio del marchio.

Joanne Crevoiserat, CEO di Tapestry, afferma che questa unione amplia la capacità di raggiungere diversi segmenti di consumatori, diverse aree geografiche e categorie di prodotti. L’acquisizione offre l’opportunità di sfruttare la piattaforma diretta ai consumatori e di rafforzare l’accesso ai clienti di lusso. Un passo coraggioso che guarda all’esempio dei colossi europei nel settore del lusso, nonostante il rallentamento che sta interessando il mercato, specialmente in Nord America.

Tuttavia, l’amministratrice delegata di Tapestry sembra guardare avanti con fiducia. L’acquisizione è stata condotta con una prospettiva a lungo termine, tenendo conto dell’andamento positivo costante del settore del lusso nel tempo. Inoltre, la diversificazione dei prodotti e delle geografie dovrebbe proteggere la società dagli shock economici.

I due gruppi, Tapestry e Capri Holdings, si completano a vicenda e possono trarre insegnamenti l’uno dall’altro. Tapestry ha esperienza nella pelletteria e nell’operare sia negozi fisici che virtuali, con una presenza predominante in Asia. Capri, d’altro canto, eccelle nell’abbigliamento e nelle calzature, con una forte presenza in Europa.

Nonostante le origini storiche dei nomi dei marchi, entrambi i gruppi hanno affrontato le sfide iniziali e hanno dimostrato la capacità di adattarsi e crescere. Tapestry era in origine chiamata Coach fino al 2017, prima di acquisire Kate Spade e Stuart Weitzman. Capri Holdings, precedentemente noto come Michael Kors, ha aggiunto Jimmy Choo e Versace al suo portfolio.

L’obiettivo di questo matrimonio non è quello di creare una versione americana dei giganti del lusso europei, ma piuttosto di sfruttare dati e statistiche per lo sviluppo di marchi iconici. Tapestry ha dimostrato la sua abilità nell’utilizzo dei dati per la gestione dell’inventario, lo sviluppo dei prodotti e la soddisfazione dei consumatori. Questa strategia, che ha dimostrato di funzionare bene per Tapestry, aiuterà il gruppo ad attirare talenti grazie alla presenza di marchi di prestigio come Jimmy Choo.

Le scarpe Jimmy Choo sono da anni amate e celebrate per il loro stile unico. Da Lady Diana alla Royal Albert Hall nel 1997, a Cate Blanchett nel 1999 e persino a Michelle Obama nel 2009 durante il ballo di avvio della presidenza del marito, queste iconiche stiletto hanno catturato l’attenzione di celebrità e fashioniste di tutto il mondo. Come dimostrato da Carrie Bradshaw in “Sex and the City”, le Jimmy Choo sono più di semplici scarpe: sono un simbolo di eleganza e stile.

 

Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.