GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

L’allarme di Confartigianato: l’Intelligenza artificiale mette a rischio 8,4 milioni di lavoratori italiani

intelligenza artificiale

Un allarme lanciato da Confartigianato mette in evidenza che ben 8,4 milioni di lavoratori italiani potrebbero essere a rischio a causa della diffusione dell’Intelligenza Artificiale (IA). L’organizzazione ha condotto un’analisi sulla esposizione dell’IA nel mercato del lavoro italiano, rilevando che il 36,2% di tutti gli occupati subirà impatti significativi dalle trasformazioni tecnologiche e l’automazione dei processi.

La Lombardia risulta essere la regione più esposta a questo cambiamento, seguita dal Lazio. Tuttavia, il quadro europeo non è molto diverso, con Germania e Francia che registrano rispettivamente il 43% e il 41,4% dei lavoratori a rischio. In particolare, il Lussemburgo spicca con il 59,4% dei lavoratori in bilico.

Marco Granelli, presidente di Confartigianato, sottolinea che l’IA non deve essere temuta ma governata “dall’intelligenza artigiana”. Il rapporto evidenzia che le professioni più qualificate e intellettuali sono le più esposte alle trasformazioni, mentre quelle con una componente manuale non standardizzata sono a minor rischio.

La diffusione dell’IA potrebbe impattare anche i nuovi ingressi nel mondo del lavoro, mettendo a rischio il 25,4% dei lavoratori in entrata nelle imprese nel 2022, ovvero 1,3 milioni di persone. Le piccole imprese con meno di 49 addetti sono particolarmente colpite, con il 22,2% dei nuovi assunti a rischio.

Nonostante i rischi, il rapporto sottolinea anche l’opportunità rappresentata dall’IA. Infatti, il 6,9% delle piccole imprese italiane utilizza robot, superando la media europea (4,6%) e addirittura la Germania (3,5%). Inoltre, il 5,3% delle PMI utilizza sistemi di IA e il 13% prevede futuri investimenti in questa direzione.

Granelli conclude che l’IA deve essere gestita dall’intelligenza artigiana, per utilizzarla come strumento per esaltare creatività e competenze degli imprenditori italiani. L’IA, secondo lui, non può replicare il sapere artigiano che rende unico il made in Italy nel mondo.

Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.