30 Maggio 2018

Faac, nuovi servizi di welfare per i dipendenti

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Faac sperimenta una nuova frontiera del welfare aziendale. I 330 dipendenti del gruppo metalmeccanico bolognese potranno convertire in servizi di welfare (istruzione, previdenza, spese sanitarie, buoni spesa, buoni carburante, svago e tempo libero) i premi di risultato (fino ad un massimo del 30%), ai quali aggiungere i 150 euro previsti dal contratto nazionale di lavoro Unionmeccanica-Confapi. Un accordo in tal senso è stato siglato tra l’azienda bolognese, SiSalute (divisione di UniSalute Servizi, gruppo Unipol) e Welfare Company, che metteranno a disposizione dell’azienda una piattaforma di servizi evoluti per il welfare destinati ai dipendenti del gruppo.

Il portale, denominato MyWelfare, operativo in via sperimentale da luglio, darà accesso a tutti i servizi previsti dalla normativa vigente ed è realizzato da Welfare Company in collaborazione con SiSalute per i servizi sanitari. Le due società, già in partnership per Ducati Energia, rafforzano così la rispettiva presenza sul territorio bolognese nell’ambito del welfare aziendale, al fine di valorizzare le esigenze provenienti dal mondo delle imprese e dei lavoratori, con una particolare attenzione alla salute, al sostegno sociale, alla mobilità e alle politiche di conciliazione vita-lavoro.

“Questo accordo – ha dichiarato Andrea Moschetti di Faac Group – rientra nel solco dell’attenzione che Faac riserva da sempre alle tematiche del Welfare. In parallelo a progetti globali come l’estensione della polizza sanitaria ai 2.400 dipendenti del Gruppo nel mondo, l’introduzione della piattaforma MyWelfare, in collaborazione con SiSalute e Welfare Company, è un ulteriore tassello di una serie di iniziative locali tra le quali mi piace ricordare, per la sede di Bologna, i Summer Camp e i corsi di programmazione per i figli dei nostri collaboratori”.

Fiammetta Fabris, Amministratore Delegato di UniSalute, ha aggiunto: “Le novità nella normativa fiscale rappresentano un passo importante per favorire la costruzione di un insieme di servizi di welfare più efficiente, in grado di facilitare la conciliazione vita-lavoro. UniSalute è la prima assicurazione sanitaria in Italia per numero di clienti gestiti, con oltre 7 milioni di assicurati provenienti dalle più grandi aziende italiane. Già da anni conta tra i propri assicurati anche i dipendenti di FAAC Group. Nel 2016 abbiamo fondato SiSalute, mettendo a frutto la nostra esperienza ultraventennale nel mercato della sanità integrativa attraverso una nuova offerta di servizi sanitari non assicurativi: un percorso di successo, già avviato da SiSalute in collaborazione con Welfare Company per i dipendenti di Ducati Energia e che trova un’ulteriore conferma nel servizio innovativo fornito a Faac Group.”

“Affiancare il Gruppo Faac nella costruzione e gestione di uno specifico piano di welfare rappresenta per Welfare Company un’opportunità di continuare a rispondere in modo concreto ai bisogni primari dei lavoratori, a promozione delle più moderne politiche di conciliazione vita-lavoro”, ha dichiarato Chiara Fogliani, presidente di Welfare Company. “Welfare Company è un’azienda leader nelle soluzioni di welfare aziendale che si prefigge un obiettivo chiaro e preciso: aumentare sensibilmente il potere d’acquisto e il benessere dei dipendenti, migliorando al tempo stesso la produttività delle imprese”

 


A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.