14 Dicembre 2018

Pensioni d’oro, taglio dal 10 al 40%

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Per le cosiddette pensioni d’oro, ovvero quelle superiori ai 90mila euro, arriva un taglio per cinque anni, dal 10% al 40%. Una sforbiciata contenuta in un emendamento alla manovra presentato dal capogruppo M5s al Senato Stefano Patuanelli.

Il taglio risparmia gli assegni maturati “interamente con il sistema contributivo” ed è scaglionato in cinque fasce: il 10% per la parte degli assegni che supera i 90mila (circa 4.500 euro al mese); il 20% tra i 130mila e i 200mila euro; il 25% tra i 200mila e i 350mila; il 30% tra i 350 e i 500mila euro; il 40% oltre il mezzo milione.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.