fbpx

Smart charging, la tecnologia Enel X al servizio della Formula E

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Enel X è presente alla tappa di Roma del Campionato di Formula E, in programma il 13 aprile, con le sue tecnologie innovative per la ricarica delle monoposto che gareggeranno nel tracciato dell’Eur. A partire dalla stagione 2018/19 del Campionato, Enel X ha infatti esteso la partnership avviata nel 2016, diventando ‘Official Smart Charging Partner e Official Power Partner’ dell’ABB FIA Formula E con un impegno che la vedrà protagonista delle prossime quattro stagioni.

Già dalle prime tappe del Campionato in corso Enel X ha fornito le tecnologie di ricarica delle monoposto elettriche di seconda generazione attraverso l’Enel X JuicePump80 F.E. edition appositamente studiata per la competizione. Si tratta di una infrastruttura di ricarica mobile che, con una capacità di 80 kW e un peso inferiore ai 200 kg, garantisce l’efficienza della ricarica e si presta a essere trasportata da un circuito all’altro. Ogni team avrà a disposizione due caricatori JuicePump80 F.E. edition, uno per vettura. Inoltre, grazie alle batterie più efficienti da quest’anno le monoposto di nuova generazione sono in grado di completare la gara con una sola carica.

All’E-Prix di Roma, Enel X porterà anche le proprie soluzioni innovative per un evento ancora più sostenibile: micro-grid completamente digitalizzate che, grazie a sistemi di smart metering e di energy management, integrano le energie rinnovabili con batterie per l’accumulo di energia a cui si aggiungono le infrastrutture di ricarica.

Enel X (che su Fortune Italia ha spiegato il legame con la Formula E) sarà inoltre presente all’interno dell’eVillage con uno spazio dedicato alla mobilità elettrica dove sarà possibile conoscere le attività e le tecnologie realizzate dal Gruppo. Nello stand, oltre alla JuicePump80, evoluzione per la strada del caricatore utilizzato per le monoposto elettriche, sarà esposta tutta la gamma della famiglia Juice: dalle JuicePole disegnate per inserirsi perfettamente nel panorama urbano, alle JuiceBox dedicate alla ricarica domestica dei veicoli fino alle soluzioni HPC per la ricarica ad alta potenza delle auto di oggi e di domani in meno di 20 minuti.

Per favorire la diffusione della mobilità elettrica in Italia, Enel sta realizzando il Piano nazionale per le infrastrutture di ricarica: una rete di punti di ricarica capillare che elimini negli automobilisti la paura di rimanere senza energia e di non avere una colonnina nelle vicinanze. Per questo motivo Enel X, la business line dedicata ai prodotti innovativi e alle soluzioni digitali del Gruppo, sta lavorando al programma che prevede un investimento compreso tra i 100 e i 300 milioni di euro. L’obiettivo è di installare 14mila punti di ricarica entro il 2020, per salire fino a 28mila nel 2022. Ad oggi sono stati già installati 5.700 nuovi punti di ricarica.

Leggi anche