WBF

Cisco e Snam puntano sull’Iot per le infrastrutture ‘digitali’

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Enel 2022

Mettere l’Internet delle cose al servizio delle infrastrutture e aumentare le competenze sulle professioni ‘digitali’ del futuro. È questo lo scopo dell’accordo tra Cisco e Snam. Il Memorandum of understanding firmato dalle due aziende servirà a sviluppare iniziative congiunte di ricerca, sviluppo e innovazione in ambito Industrial Internet of Things, e a formare le future generazioni, lavoratori e studenti, di professionisti digitali.

Per quanto riguarda il primo dei due ambiti, Cisco e Snam valuteranno potenziali cooperazioni su sensori smart 4.0 per ottimizzare il monitoraggio e la manutenzione delle infrastrutture, su tecnologie d’avanguardia di Fog Computing e su nuovi sistemi di connettività volti a rendere le reti energetiche più intelligenti ed efficienti, generando anche impatti positivi per i territori e le comunità, abilitando nuovi possibili servizi legati all’economia circolare, alla sostenibilità ambientale e alla sicurezza. Nel campo della formazione, le società promuoveranno percorsi di rafforzamento delle competenze digitali e generali rivolti sia al mondo dei professionisti sia alle scuole, con particolare attenzione a temi quali data science, intelligenza artificiale e robotica.

L’accordo è stato siglato dall’amministratore delegato di Snam Marco Alverà, da Chuck Robbins, Ceo di Cisco Inc. e da Agostino Santoni, amministratore delegato di Cisco Italia, alla presenza di Cosma Panzacchi, executive vice president digital transformation & technology di Snam.

“Snam ha una forte tradizione nell’utilizzo della tecnologia per creare un impatto positivo all’interno delle comunità in cui opera. A supporto di questo impegno, Cisco è orgogliosa di lavorare in partnership con Snam per abilitarne la trasformazione digitale, supportando l’azienda nel rendere la propria rete energetica sempre più sostenibile, utilizzando tecnologie all’avanguardia, IoT, 5G e intelligenza artificiale”, ha commentato Chuck Robbins, Ceo di Cisco.

“Questo accordo – commenta l’amministratore delegato di Snam Marco Alverà – è un’ulteriore tappa del percorso di trasformazione digitale in atto in Snam. Il nostro obiettivo è cogliere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie per guidare la transizione energetica, rendendo la nostra rete sempre più intelligente, anche attraverso l’utilizzo di sistemi di Internet delle cose, machine learning e l’impiego di droni, satelliti e sensori per ottimizzare il monitoraggio e la gestione delle infrastrutture. L’innovazione è una delle direttrici del progetto Snamtec, nel quale investiremo 850 milioni di euro entro il 2022 per gettare le basi dell’azienda energetica del futuro, più digitale, sostenibile e vicina ai territori”.

WBF

Leggi anche

WBF
A2A

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.