fbpx

Liberi dagli intermediari: le startup della blockchain

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Nel giro di pochi anni la blockchain è passata dall’essere una tecnologia praticamente sconosciuta ad una soluzione da applicare ai campi più disparati. Il settore in cui la blockchain viene utilizzata di più è quello finanziario (48% dei progetti) ma ci sono anche le pubbliche amministrazioni (10%), i pagamenti (24%), la gestione documentale (24%) e la tracciabilità di filiera (22%). In Italia, le startup blockchain – da Conio a Inbitcoin, da Mangrovia solutions a Eternity wall, da Uniquid a Foodchain – sono in aumento e offrono una buona panoramica delle applicazioni delle varie piattaforme.

Il settore più sviluppato è quello della finanza e delle valute virtuali: la startup italiana Conio nel 2018 ha chiuso un round di finanziamento di 3 mln di dollari. Fondata nel 2015 da Vincenzo Di Nicola e da Christian Miccoli, opera nella compravendita di bitcoin con sedi a San Francisco e Milano. L’app di Conio permette di gestire un portafoglio di criptovalute, usando la blockchain per fare investimenti o pagamenti attraverso lo smartphone. I suoi punti di forza sono un’app estremamente facile da usare e un sistema di sicurezza che permette di recuperare i bitcoin qualora si perda la password: “il nostro obiettivo è sempre stato quello di essere un facilitatore – ha detto Christian Miccoli, co-founder e ceo di Conio, sul numero di Fortune Italia di maggio – Per chi oggi infatti, vuole operare in autonomia nel settore delle valute digitali ci sono due limiti, l’essere in possesso di una preparazione tecnica di un certo livello per muoversi agevolmente nei vari e complessi sistemi, e il rischio di affidarsi a piattaforme ed exchange che in caso di fallimento, di perdita della password da parte del cliente o in caso di morte improvvisa di quest’ultimo, non consentono il recupero dei propri Bitcoin”.

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di maggio.

 

Leggi anche