26 Settembre 2019

Postepay, il cybercrime nei pagamenti arriva da strutture organizzate

Attilia Burke

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

“Nel mondo dei pagamenti elettronici, la sicurezza informatica non è messa alla prova da sporadici tentativi di malintenzionati ma da strutture ben organizzate radicate su territorio domestico ed internazionale”. Così Walter Pinci, Responsabile dei pagamenti di Postepay Spa, racconta il problema della cybersicurezza in un settore delicato come quello dei pagamenti via etere. Dopo una carriera ventennale in American Express, dove ha ricoperto anche il ruolo di vice president per lo European business development, e un passaggio sempre in ruoli apicali per BNPositivity (BNP Paribas) e per Eurogiro, prima di entrare in Poste Italiane Spa fino ad approdare in Postepay a ottobre del 2018, Pinci ha avuto modo di vivere l’evoluzione del settore accompagnato a quello della tecnologia. E alle relative criticità. E ne ha parlato in occasione dell’evento Fortune Finance che si è tenuto nella cornice del Tempio di Adriano, a Roma.

 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.