GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Google rivela per la prima volta i ricavi di Youtube: 15 mld nel 2019

Dopo 14 anni dall’acquisizione, Alphabet, l’azienda madre di Google, ha diffuso lunedì scorso per la prima volta i ricavi pubblicitari da YouTube: cresciuti del 36% nel 2019, sono arrivati a 15 miliardi di dollari, con un peso sui ricavi generali di Alphabet del 9%.

Google ha comprato Youtube nel 2006 per 1,65 miliardi di dollari. Da allora, non aveva mai rivelato quanto la piattaforma riuscisse a ricavare dalle entrate pubblicitarie. Per la prima volta, dunque, si hanno dei numeri che inquadrano il peso della piattaforma di video-sharing all’interno della famiglia Alphabet, che ha segnato ricavi per 162 miliardi lo scorso anno. La crescita di YouTube è notevole: il tasso del 36% nel 2019 rende la crescita di YouTube molto più veloce rispetto al motore di ricerca Google, che ha registrato un incremento totale solo del 16% nel 2019.

Lo Chief Financial Officer di Alphabet, Ruth Porat, ha sottolineato come la decisione di rendere pubblici i numeri sia guidata dalla volontà di “fornire insight più precisi sul nostro business e sulle opportunità che ci stanno davanti”. L’operazione trasparenza, però, si è verificata solo sui dati dei ricavi pubblicitari: altre informazioni sono state mantenute segrete, come ad esempio se YouTube sia diventato profittevole o no. Infatti, sebbene la piattaforma si alimenti con i contenuti gratuiti degli utenti, l’azienda si trova a dover spendere sempre di più per acquisire contenuti “premium” originali oppure per combattere – con personale e tecnologia – il flusso dei video che mostrano contenuti non consentiti, come hate speech, teorie cospirazioniste e pornografia.

YouTube è cresciuto molto da quando è stato lanciato 15 anni fa: oggi ha oltre 2 miliardi di utenti mensili che visitano la piattaforma e che guardano oltre 250 milioni di ore di video ogni giorno. Gli abbonamenti a YouTube – stando a quanto diffuso da Alphabet – sono più di 20 milioni: gli abbonati pagano per servizi come la YouTube Tv e lo streaming della musica. I ricavi degli abbonamenti sono a parte rispetto a quelli della pubblicità e nel 2019 dovrebbero arrivare a 2 miliardi di dollari.

Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.