6 Febbraio 2020

Romanzo familiare

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Il capitalismo familiare resta il fulcro del sistema imprenditoriale italiano. Dalle grandi aziende storiche a quelle più piccole, intorno ai passaggi generazionali sono state costruite fortune e si sono bruciati patrimoni. Storie di successo e dolorosi fallimenti che scrivono un ‘romanzo familiare’ attraversato da un filo conduttore: la difficoltà di tenere insieme le aspettative di ‘padri’ che in genere non vogliono abdicare con quelle di ‘figli’ che non sempre sono all’altezza del loro ruolo di eredi. Ci sono, ovviamente, anche casi in cui le successioni avvengono in modo tale da alimentare la crescita dell’azienda. E altri in cui le scelte dei figli rappresentano un sostanziale cambio di direzione rispetto alle esperienze dei padri.

Come gestire le imprese, come far coesistere manager esterni e proprietà, quale governance adottare, come assicurare una corretta trasmissione del potere e del sapere imprenditoriale: i temi che si sviluppano intorno alle aziende di famiglia sono intrecciati tra loro e impegnano management, società di consulenza e studi legali.

Noi abbiamo voluto dare il nostro contributo al dibattito raccogliendo dati, pareri e storie che secondo noi hanno particolare rilevanza: il passaggio di Gedi, società editrice tra le altre testate di La Repubblica, alla Exor guidata da John Elkann intreccia due storie familiari di peso, quelle dei De Benedetti e degli Agnelli; la famiglia Sella, oggi banchieri con una visione innovativa, è stata di fatto protagonista di ‘una startup’ capace di rinnovarsi da 450 anni; la famiglia Squeri con Steriltom è diventata il primo produttore mondiale di polpa di pomodoro; gli Zamperla, nati giostrai, hanno costruito un impero con le attrazioni per i parchi divertimento in tutto il mondo.

Rimanendo sul terreno dell’innovazione, raccontiamo con un’intervista all’amministratore delegato Corrado Passera il progetto di illimity, nata intorno alla sfida dell’open banking.

Un’intervista al ministro per gli Affari Europei, Enzo Amendola, focalizza il ruolo dell’Italia in un contesto complicato dalla Brexit, dalle tensioni internazionali in Medio Oriente e anche dai rapporti difficili ereditati dal precedente Governo.

Con un’analisi della Corte dei Conti sulle partecipate di Regioni, Province e Comuni, mettiamo in primo piano il debito monstre accumulato dal sistema che abbiamo scelto di definire ‘conglomerata Italia’: sprechi e inefficienze, accanto a grandi potenzialità. In larga parte inespresse.

Infine, il contributo della redazione americana. Un approfondimento sulle nuove regole per la sicurezza introdotte da Airbnb; uno sulla trasformazione di Ups per far fronte alla crescente concorrenza nel settore delle consegne; uno sulla controversa ma anche ‘obbligata’ sfida lanciata, al mercato e alle Autorità di regolazione di tutto il mondo, da Facebook con Libra.

 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.