25 Marzo 2020

Coronavirus: Deliveroo aiuta i ristoranti, è boom di registrazioni

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

L’emergenza coronavirus spinge i ristoranti a catapultarsi nel mondo delle consegne online e, qualora il trend attuale dovesse essere confermato, a marzo Deliveroo registrerà un 40% di adesioni in più a rispetto alle previsioni. In un Paese che si sta reinventando in tempo record, portando sul web quei business che possono essere ‘digitalizzati’, anche i ristoratori trovano il loro modo di non fare arenare la propria attività, senza venir meno alle strette che lo stato di emergenza da coronavirus impone.

”È un momento complesso per la ristorazione italiana. I ristoranti guardano alle piattaforme e noi guardiamo al mercato dove vediamo i primi segnali positivi che ci auguriamo si traducano presto, davvero, in una ripresa consistente. Tutto il settore della ristorazione ne ha bisogno”, dice Matteo Sarzana, general manager Deliveroo Italia, che aggiunge: ”Stiamo facendo il massimo per sostenere i nostri ristoranti partner e quelli che hanno deciso, in questi giorni, di fare il proprio ingresso in piattaforma, perchè siamo un servizio essenziale per la vita di molte persone, come emerge anche dagli ultimi provvedimenti del governo. Lo facciamo con grande senso di responsabilità pensando prima di tutto alla sicurezza di ristoranti, rider e clienti”.

Nel corso dell’emergenza Coronavirus, Deliveroo è impegnata per aiutare i ristoranti ad adeguarsi ai cambiamenti richiesti dalla normativa, come ad esempio nel passaggio tra il servizio tradizionale e quello rivolto, esclusivamente, al delivery. Deliveroo ha deciso di mettere a disposizione la propria esperienza realizzando un sito dedicato che è accessibile a questo indirizzo e che permetterà di gestire le attività di ristorazione in modo sicuro: sono previste indicazioni dettagliate per quanto riguarda il confezionamento dei prodotti, come evitare il contatto tra persone e come assicurare il rispetto delle norme igienico-sanitarie.

Si tratta di un know-how che Deliveroo vuole condividere non solo con i suoi partner, ma con tutti i ristoranti italiani. Inoltre, per andare incontro alle esigenze dei ristoranti in questo periodo così difficile, Deliveroo ha sviluppato strumenti di marketing per aiutare i ristoranti a far sapere ai propri clienti che la loro attività è aperta attraverso il servizio di consegna a domicilio; ha definito un team dedicato a sostenere i ristoratori nella fase di attivazione del servizio e nella gestione dell’attività di delivery; ha introdotto delle misure economiche specifiche a sostegno dei ristoranti in maggiore difficoltà; ha fornito comunicazioni costanti e dettagliate non solo per l’adozione delle misure igienicosanitarie più scrupolose, in linea con le indicazioni delle autorità sanitarie; ha contribuito ad elaborare e ha diffuso le linee guida Assodelivery /Fipe, per assicurare il più scrupoloso rispetto delle norme igienico-sanitarie.

Oltre alle misure di supporto per i ristoranti, Deliveroo ha implementato una serie di misure – già operative – tra cui: la ‘consegna senza contatto’ per garantire l’assenza di ogni contatto al momento della consegna del cibo (ecco come); una nuova assicurazione privata per tutti i rider che dovessero risultare positivi al Covid-19; un rimborso per l’acquisto di materiale igienico-sanitario come mascherine, guanti, gel igienizzante.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.