Advertisement

8 Aprile 2020

Dal Lazio al Piemonte, viaggio nell’industria dello Spazio

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Cuore dell’Italia dello Spazio è la città di Torino, che ospita un polo high-tech di assoluta eccellenza: da Thales Alenia Space Italia ad Altec, passando per Argotec. La versione completa di questo articolo, a firma di Letizia Davoli, è disponibile sul numero di Fortune Italia di aprile.

 

Spazio, ultima frontiera. Era il 1966 quando Star Trek fece il debutto sugli schermi americani: un debutto timido – il successo planetario sarebbe arrivato solo 10 anni dopo – ma quella frase che apriva la sigla era già quanto mai profetica. Perché gli anni 60 non portarono solo una rivoluzione nei costumi e nella società: quel decennio segnò anche l’inizio di nuova era, quella dello Spazio.  

Il primo passo in realtà era avvenuto un decennio prima, alla fine della Seconda guerra mondiale con la costruzione di nuovi razzi che, da scopi bellici, vennero trasformati in mezzi di trasporto verso l’orbita bassa. La storia di come il progettista dei micidiali V2 costruì il famoso SaturnV che portò l’umanità sulla Luna è nota, ma nessuno a quei tempi avrebbe immaginato le conseguenze, per l’economia e lo sviluppo mondiale, di quella travolgente corsa allo Spazio. 

Eppure le premesse erano sotto gli occhi di tutti, nascoste nelle parole che JFK, il 12 settembre del 1962, pronunciò davanti agli studenti della Rice University, in Texas, posando la prima pietra di quello che sarebbe diventato il programma Apollo. “La crescita della nostra scienza e le ricadute sull’istruzione – disse – saranno ulteriormente arricchite dalla nuova conoscenza dell’Universo e dell’ambiente grazie alle nuove tecniche di apprendimento, mappatura e osservazione, attraverso nuovi strumenti e computer destinati all’industria, alla medicina, all’uso domestico e alle scuole. Le istituzioni tecniche, come la Rice, raccoglieranno i frutti di questo progresso… Ciò che un tempo era l’ultimo avamposto della vecchia frontiera verso il West, diventerà il punto più avanzato della nuova frontiera della scienza e dello spazio”.

 

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di aprile. Si può comprare in edicola e in versione digitale, oppure ci si può abbonare:

ABBONAMENTO CARTACEO

ABBONAMENTO DIGITALE

Comprate giornali e riviste, in edicola e online, abbonatevi se ne avete la possibilità. È l’unico modo per sostenere l’informazione anche in una fase difficile come quella che stiamo vivendo per l’emergenza Coronavirus.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.