Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement

Ricostruzione: Oddi (Hermes Reply), il legame tra tecnologie e persone/Video

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Le tecnologie ma anche il capitale umano, le persone. Sia la fase 1 sia la fase 2 della crisi aperta dall’epidemia del Coronavirus hanno bisogno di nuovi processi industriali e di un approccio che guardi a nuovi asset. Massimiliano Oddi, partner di Hermes Reply, società specializzata in tecnologie innovative e consulenza di processo in ambito manufacturing, affronta questi temi nel corso di un’intervista per il ciclo Ricostruzione di Fortune Italia. “Le piattaforme digitali che sono in continua evoluzione, diventeranno parte sempre più integrante del landscape sistemico delle aziende, e quindi sarà comunque necessario integrarle nella trasformazione digitale e prevedere la corretta formazione dei fruitori”, spiega.

 

 

Un esempio concreto? “Le aziende in ambito industriale o di servizio dovranno garantire dei presidi di sorveglianza che garantiscano una registrazione e monitoraggio delle condizioni di temperatura in ingresso ed uscita dalle sedi di lavoro, l’allerta in caso di assembramento, il corretto utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuale. Da qui si capisce come l’adozione di una piattaforma tecnologica deputata a questa sorveglianza diventi fondante e qui gli abilitatori digitali di Industria 4.0 scendono ancora una volta in campo”.

 

Anche in questo caso, è bene focalizzare l’attenzione sulle conseguenze per le persone. “Ricordiamoci che la tecnologia è abilitante ma non la soluzione: uno dei pilastri fondanti che deve essere garantito è la formazione all’utilizzo dello strumento”, evidenzia Oddi.

Leggi anche

roma 1
milano 1
genova
bologna
roma 2
milano 2
torino
misto 1
roma 3
milano 3
misto 2
roma 4
milano 4
misto
bari
UCB
Gilead
Baglioni
ibsa
jefferson
Masmec
fujifilm

I più letti