Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
aimaa

Food delivery, Pellegrini acquisisce Mymenu

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
mymenu

Da una parte Mymenu, un’azienda giovane, fondata nel 2013, che nel 2020 è cresciuta del +74% rispetto all’anno precedente. Dall’altra Pellegrini ristorazione, un’azienda storica da 10mila dipendenti, fondata nel 1965, e che nel 2019 ha registrato 650 mln di ricavi. Adesso le due aziende lavoreranno insieme: Pellegrini ha infatti annunciato l’acquisizione della maggioranza di Mymenu, che è il primo operatore a capitale italiano nel settore del food delivery, focalizzato su ristoranti di fascia alta, con una presenza consolidata in diverse città.

 

Con l’acquisizione di Mymenu, secondo la Vice Presidente Valentina Pellegrini, “puntiamo a raggiungere nuovi mercati e nuovi target di clienti, in un contesto in continua evoluzione, sia in termini di trend di consumo che di modelli di lavoro, quale lo smart-working. Intendiamo, così, ampliare la gamma di servizi dedicati alle aziende, ai loro dipendenti e alle loro famiglie, prendendoci cura del loro benessere anche al di fuori del tradizionale luogo di lavoro”.

 

La Pellegrini segue così la strategia di consolidamento nel settore della ristorazione collettiva di alta qualità, con l’aiuto dell’approccio innovativo di un’azienda più giovane. Pellegrini metterà, infatti, a fattor comune la sua storia di 55 anni nel settore della ristorazione, e la propria attività di ricerca, sviluppo e formazione attraverso l’Accademia Pellegrini e una squadra di 800 chef, che ogni giorno operano in oltre 600 cucine. Mymenu, con le proprie competenze tecnologiche, diventerà un volano di sviluppo per il gruppo, in grado di anticipare l’evoluzione del mercato.

 

I 3 fondatori di Mymenu, Edoardo Tribuzio, Giovanni Cavallo e Lorenzo Lelli, rimarranno presenti all’interno della compagine sociale: “L’operazione è coerente con la nostra strategia di sviluppare ulteriormente la presenza nel canale B2B e trova nella Pellegrini un naturale partner industriale”. All’interno di Mymenu, che manterrà indipendenza operativa con il proprio marchio, Valentina Pellegrini ricoprirà il ruolo di Presidente, mentre Edoardo Tribuzio sarà l’Amministratore Delegato. In questa operazione la Pellegrini è stata assistita da Sin&rgetica in qualità di financial advisor, Orrick Herrington & Sutcliffe per gli aspetti legali e giuslavoristici e da PWC per le tematiche contabili e fiscali. Mymenu è stata assistita da Cross Border Growth Capital e Fineurop Soditic in qualità di financial advisor, l’Avv. Ascanio Cibrario e il suo team dello studio Pedersoli per gli aspetti legali.

Connect The Intelligent
Innova Finance

Leggi anche

TTG
ttg
servier box 2
data factor
omron
pfizer

I più letti