WBF

Blockchain, sta arrivando il Big Bang del fintech Ue

blockchain fintech ue
Aboca banner articolo

Le riforme messe in campo dall’Europa faranno del continente un mercato all’avanguardia della finanza digitale, spiega il commissario Consob Paolo Ciocca. La versione completa di questo articolo, a firma di Domenico Lusi, è disponibile sul numero di Fortune Italia di marzo 2021.

 

 

DAL FINTECH ALLE CRIPTO-ATTIVITÀ, l’integrazione tra dati, tecnologie Ict e finanza sta rivoluzionando il mercato dei capitali. Un processo che la pandemia ha contribuito ad accelerare, creando le basi per una ulteriore espansione del settore, ma anche potenziali pericoli, come ha sottolineato Janet Yellen il mese scorso, in uno dei suoi primi interventi da segretario al Tesoro, parlando di “un’esplosione del rischio” di crimini informatici legati ai mercati digitali e alle cripto-attività e del bisogno di strumenti per ampliare la platea dei beneficiari dell’innovazione finanziaria.

 

È proprio in questa prospettiva che la Commissione europea, lo scorso settembre, si è portata avanti con il lavoro, presentando un pacchetto di proposte di regolamento per la finanza digitale con due fondamentali obiettivi: massimizzare i benefici in termini di crescita e concorrenza, e minimizzare i rischi, per fare del continente un mercato all’avanguardia del fintech.

 

“La Commissione Ue – spiega il commissario della Consob Paolo Ciocca – ha messo sul tavolo tre proposte, due verticali, denominate MiCA e Pilot, per fornire al mercato nuovi strumenti di raccolta e scambio finanziario, e una orizzontale, Dora, il regolamento sulla cybersecurity del sistema finanziario che innalza per tutta la regione i criteri di sicurezza”.

 

Per l’Ue è “un vero e proprio Big Bang”, sottolinea Ciocca, perché “quando, tra qualche mese, i tre regolamenti saranno approvati, l’Europa a 27, vale a dire circa 500 milioni di risparmiatori e decine di migliaia di intermediari, sarà molto più sicura e con degli strumenti direttamente armonizzati e applicabili. È un cambio davvero epocale. Negli Stati Uniti, nonostante si stia andando verso una maggiore regolamentazione, non c’è lo stesso livello di armonizzazione di strumenti e di sicurezza. E questo potrebbe fare una differenza di mercato importantissima”.

 

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di marzo 2021. Ci si può abbonare al magazine mensile di Fortune Italia a questo link: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.