WBF

Gucci primo brand per valore, nella top ten salgono Conad e Intesa Sp

Aboca banner articolo

Quest’anno i 50 top brand italiani valgono complessivamente 125 mld di euro. Anno su anno complessivamente, secondo la classifica Brand Finance Italy 50, hanno perso il 12% di valore, soprattutto a causa delle perdite tra i brand dell’abbigliamento.

Con un valore di 13,28 mld di euro, il brand Gucci, nonostante una riduzione del 16,6%, si conferma anche quest’anno il brand italiano di maggiore valore. La riduzione del brand value dipende in parte da un indebolimento di quasi il 3% della forza con la quale influenza le scelte dei clienti rispetto ai competitor e in parte dalla crisi del Covid che ha colpito pesantemente l’abbigliamento di lusso. Nonostante l’indebolimento, Gucci continua ad avere un brand rating AAA+, quindi ad essere uno dei brand più forti del mondo.

Anche Enel, con un valore di 10,18 mld di euro, conferma la seconda posizione. Enel perde quasi il 5% in valore soprattutto a causa del Covid e in misura minore per indebolimento di quasi il 2% del brand. Enel, con una Brand Rating AA+, si conferma uno dei brand più forti tra le utility di tutto il mondo.

Ferrari con un valore di 7,87 mld, sale in terza posizione scavalcando ENI, nonostante una perdita di quasi il 4% in valore dovuta sostanzialmente al Covid. La forza del brand Ferrari, rispetto allo scorso anno rimane sostanzialmente invariata, infatti lo score passa da 94,1 a 93,9 equivalente ad un Brand Rating AAA+. Lo score 93,9 certifica Ferrari come il brand più forte tra gli italiani, tra le auto e secondo più forte al mondo in assoluto.

Nella top 10 tra i brand ordinati per valore del trademark, troviamo nell’ordine: ENI, Generali, Intesa Sanpaolo, Poste, TIM, Conad e Ray-Ban.

Sorprendente, in particolare, la posizione di Conad, che sale di 14 posizioni, unica della top ten insieme a Intesa SP + 8 posizioni a ‘beneficiare’ del ruolo svolto durante la pandemia.

Il valore del brand Barilla crescendo del 13,6%, Nutella del 12,7% e Valentino del 10,3% sono i brand italiani che quest’anno sono cresciuti più rapidamente. Sono cresciuti molto anche Esselunga, Intesa Sanpaolo, Conad, Fastweb, Unipolsai, A2a e WindTre. Diversamente Parmalat, con una perdita del 41%, Maserati con una perdita del 36% e Bottega Veneta, con una perdita del 30% sono i brand che hanno perso maggiormente valore anno su anno

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.