WBF

Ocse preoccupata ma “non decidono i mercati”

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Enel 2022

Rispetto all’attuale “instabilità” italiana c’è certamente una “preoccupazione” e i mercati la riflettono. Ma non bisogna basare le proprie politiche sulle reazioni quotidiane dei mercati perché cambiare politica ogni giorno sarebbe una “pazzia”: questo il messaggio lanciato dal segretario generale dell’Ocse Angel Gurria, rispondendo a una domanda sull’Italia a margine della Ocse Week 2018. “Cambiare politica ogni giorno sarebbe una pazzia”, ha dichiarato il numero uno dell’Ocse, aggiungendo: “Se mi chiedete: c’è una preoccupazione per l’attuale instabilità? La risposta è si e i mercati la riflettono. Ma dobbiamo cambiare la politica a causa di questo? La risposta è no. Bisogna guardare alla politiche di lungo termine”. E ancora: “Volatilità, aumento dello spread nel breve termine… quello che non possiamo fare è stabilire politiche di lungo termine in base a ciò che ogni giorno accade nei mercati, perché lo spread sale e il giorno dopo scende e il giorno dopo risale… Cambiare politica ogni giorno sarebbe una pazzia – h avvertito Gurria – Bisogna dunque avere una missione di medio e lungo termine”.

WBF

Leggi anche

WBF
A2A

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.