Rapporto Bankitalia, sofferenze banche in calo del 10%

A maggio si alleggeriscono le sofferenze nei bilanci delle banche italiane: dai 164,8 miliardi di euro registrati nel mese di aprile, si scende a 163,1 miliardi e nei conteggi su base annua, le sofferenze risultano in calo del 10%. Sempre su base annua, crescono del 2,5% i prestiti al settore privato (+3% in aprile), corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, mentre quelli alle società non finanziarie sono aumentati dell’1,2% (2,2% in aprile). Aumentano del 5,7% i depositi del settore privato su base annua (4,3% nel mese precedente), mentre diminuisce del 17,6% la raccolta obbligazionaria (era scesa del 17,7% nel mese precedente). Questi i dati registrati da Bankitalia nel rapporto ‘Banche e moneta’, dal quale si evince, poi, che i tassi di interesse sui prestiti erogati nel mese alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, comprensivi delle spese accessorie, sono stati pari al 2,18% (2,20% in aprile). I tassi di interesse sui nuovi prestiti alle società non finanziarie sono risultati pari all’1,43% (1,47 in aprile).