10 Ottobre 2018

Spread chiude a 296 punti. Di Maio: c’è chi tifa per 400

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Dopo una giornata intensa sul fronte del percorso della nuova manovra e alla vigilia dei primi voti in Parlamento, lo spread chiude in lieve calo a 296 punti con il rendimento decennale al 3,51%. L’indice Ftse Mib della Borsa di Milano chiude in netto calo (-1,71%) sotto la soglia del 20.000 punti, a 19.719.

“Questa storia dello spread a 400 è solo un modo per terrorizzare i cittadini”. Così il vicepremier
Luigi Di Maio a Radio Anch’io su Radio 1. “Ci sono troppe persone dell’establishment che fanno il tifo per per lo spread a 400, ma i mercati vogliono più bene all’Italia di qualche politico italiano ed europeo. Lo spread peraltro “è stato a 270-280, e poi ora sopra 300, da quando ci siamo noi perché c’è un grande pregiudizio contro questo governo”.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.