28 Maggio 2019

Lavazza punta a 2,2 mld di fatturato. Passando dall’estero

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Spostare il 70% del fatturato oltre i confini nazionali, per sorpassare i 2 mld totali entro il 2021. Lavazza continua la sua corsa fuori dall’Italia, con l’obiettivo di diventare il terzo player al livello globale nel comparto promettente del caffé. Lo fa partendo da un fatturato consolidato di 1,87 miliardi di euro (che segnano una crescita organica del 6,6%), di cui il 64% generati all’estero; il gruppo fondato nel 1895 cavalca dunque l’onda dello sviluppo esterno, in particolare Francia, America del Nord, Est Europa e Gran Bretagna, rinsaldando la competitività sul fronte globale.

“Il nostro obiettivo è giungere ad una quota del 70% di fatturato sui mercati internazionali entro il 2021”, ha dichiarato il vicepresidente, Giuseppe Lavazza, in conferenza stampa al Roland-Garros, il tempio del tennis parigino con il quale la società piemontese festeggia oggi il quinto anno consecutivo di collaborazione nel quadro della partnership con il Grande Slam.

Un’espansione che consentirebbe di passare dagli attuali 1,87 miliardi di euro (secondo lo standard internazionale Ifrs) a 2,2 miliardi nel 2021 e che passa inevitabilmente dalla Francia, secondo mercato di Lavazza dopo l’Italia. “Per noi – ha puntualizzato il vicepresidente – la Francia ha sempre rappresentato un punto di riferimento importantissimo. Siamo ben lieti che sia diventato un mercato di queste dimensioni”, anche grazie alla recente acquisizione di Carte Noire. Infine l’auspicio che i legami con Parigi “si rafforzino ancora di più, non solo da un punto di vista economico, politico, commerciale, ma anche attraverso le comunicazioni”, a cominciare dalla realizzazione della Tav Torino-Lione. Un progetto a suo avviso “fondamentale ed essenziale”, ancor più alla luce delle notizie su una possibile fusione tra Renault e Fca. L’azienda ha scelto Parigi per aprire il suo 56/o ‘training center’. Uno spazio di oltre 200 metri quadri, sull’avenue des Champs-Elysées, dove verranno proposti corsi professionali per scoprire tutti i segreti dell’arte italiana del caffé. I primi allievi arriveranno a giugno. Dal 1979 Lavazza sviluppa una rete mondiale che conta oggi 55 training center. In tutto il mondo, la rete accoglie ogni anno oltre 30.000 allievi, a cui trasmette la cultura del caffè e ne insegna le origini, i metodi di preparazione e degustazione.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.