19 Giugno 2019

Conte: priorità evitare procedura Ue e commissario forte

Attilia Burke

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Deficit, infrazioni, polemiche e ultimatum: dopo una iniziale presa di posizione del governo giallo-verde nei confronti dell’Ue, con dibattiti accesi sullo sfondo di una manovra che non sta portando il Paese nella direzione sperata, Palazzo Chigi cambia tono. L’unico obiettivo condiviso, ora, è diventato evitare la multa Ue: “siamo tutti determinati a evitarla”, sottolinea il premier Giuseppe Conte dopo l’incontro con i suoi vicepremier e il ministro dell’economia Giovanni Tria di questa mattina.

Chiarito questo, rimane un dettaglio: come, esattamente, il governo intenderebbe rispettare i criteri Ue e non venire meno alle promesse fatte in campagna elettorale, e non solo? Un concetto che non è stato chiarito, o almeno non pubblicamente, questa mattina. Conte, infatti, oltre ad aver ribadito in diverse salse la volontà di non farsi multare dall’Ue, invia messaggi alquanto ‘fumosi‘ sulla linea da adottare per raggiungere l’obiettivo. “Siamo ben convinti della nostra politica economica”, sottolinea. E ancora: “l’Italia intende rispettare le regole europee, senza che ciò impedisca che, come paese fondatore e terza economia del continente, ci facciamo anche portatori di una riflessione incisiva su come adeguare le regole stesse affinché l’Unione sia attrezzata ad affrontare crisi finanziarie sistemiche e globali e assicuri un effettivo equilibrio tra stabilità e crescita”. E così via. Insomma, parole più evasive che incisive.

Ma non solo, perché ora il premier vuole per l’Italia, “in linea col suo ruolo nella storia, un portafoglio economico di prima linea” nella prossima Commissione europea. Insomma, dalle iniziative di rottura, a partire dall’idea dei minibot, che potevano far pensare a un tentativo di creare condizioni favorevoli a condurre il Paese verso una Italexit, a puntare ad avere un ruolo di spicco in Ue. Come, ad oggi, non è dato saperlo.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.