10 Luglio 2019

L’innovazione italiana all’estero, Moneyfarm in Germania

Antonio Santamato

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Consolidare il percorso di crescita internazionale e investire in nuove tecnologie. Queste le motivazioni principali dell’avvio dell’operatività nel mercato tedesco da parte di Moneyfarm, gestore del risparmio che opera online, tra i leader dell’innovazione finanziaria in Europa. Dopo l’Italia (2012) e il Regno Unito (2015), la Germania è il terzo mercato europeo in cui la società sbarca per offrire il suo servizio di gestione patrimoniale online.

Fondata nel 2012 da Paolo Galvani e Giovanni Daprà, Moneyfarm offre un servizio di consulenza per la gestione patrimoniale, direttamente online o con il supporto di un consulente dedicato, senza avvalersi di reti di vendita o filiali. Si tratta di una delle aziende innovative più finanziate in Italia (circa 74 milioni di euro di finanziamenti raccolti in totale fino ad oggi) e ha visto la propria base clienti e gli asset in gestione più che raddoppiare da inizio 2018. Con le sedi di Milano, Londra, Cagliari e dal 2018 Francoforte, e con un team di oltre 100 professionisti, Moneyfarm gestisce il patrimonio di circa 40.000 risparmiatori (su una base di oltre 250.000 utenti attivi) a un ritmo di crescita che è sempre stato a doppia cifra anno su anno.

L’apertura in Germania permette a Moneyfarm di fare un importante e ulteriore passo in avanti nel suo percorso di espansione internazionale. “Restare all’avanguardia non è semplice in un mercato che diventerà sempre più competitivo – dice a Fortune Italia Giovanni Daprà, ceo e Founder di Moneyfarm – Vogliamo diventare un leader europeo e siamo orgogliosi di rappresentare l’innovazione italiana all’estero”. “Investire con Moneyfarm – continua Daprà – è semplice e trasparente: attraverso la tecnologia associamo l’investitore al livello di rischio che più gli è congeniale. Si ha piena di visibilità sui costi e sulle scelte del team di gestione. Inoltre siamo remunerati solamente dal cliente a cui offriamo la consulenza e non riceviamo alcun contributo dai fondi che suggeriamo agli investitori: questo garantisce che la nostra consulenza sia al riparo da ogni conflitto d’interesse”.

I tedeschi sono tra i maggiori risparmiatori al mondo, con il 9% del reddito accantonato ogni anno (contro il 2,4% degli italiani) e un risparmio lordo sul Pil del 28% (contro il 20% degli italiani). In Germania Moneyfarm predispone un’offerta basata sul vantaggio che le tecnologie proprietarie le assicurano nei confronti degli operatori tradizionali, avvalendosi anche dell’expertise di Allianz Global Investors.

“Il mercato tedesco – aggiunge Paolo Galvani, presidente e Co-fondatore di Moneyfarm – ha dimostrato di essere uno dei più recettivi all’innovazione nella gestione del risparmio. Siamo orgogliosi di poter continuare a offrire la nostra soluzione in Europa, portando anche in Germania la nostra tecnologia e la nostra filosofia di gestione basata su trasparenza ed efficienza. Siamo tra le poche società del panorama digitale e finanziario europeo a perseguire la via dell’espansione continentale e questo ci riempie di orgoglio”.

Per il ceo Giovanni Daprà l’operazione servirà a “raddoppiare ancora le masse nel corso del 2020. Lo faremo continuando a investire per incrementare l’offerta di prodotto, mantenere il vantaggio tecnologico rispetto ai concorrenti, migliorando ancora la user experience ed esplorando la possibilità di nuove partnership strategiche nel segmento B2B2C per diversificare il nostro canale distributivo”.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.