23 Settembre 2019

Cullinan, la scommessa sui Suv della Rolls-Royce

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

La Rolls-Royce una volta era costruita per brillare sui vialetti delle grandi tenute, con lo chauffer pronto ad aprire la portiera. Il nuovo suv del marchio è costruito per cambiare questo approccio.

“È la prima Rolls-Royce che da sporca sembra più bella”, afferma il Ceo del brand, Torsten Müller-Ötvös, mentre osserva una piccola flotta del primo suv del marchio, ribattezzato Cullinan: tre veicoli opportunamente incrostati di fango e polvere dopo una spassosa giornata intorno al Grand Teton National Park nel Wyoming. “Per il brand è una partenza coi fiocchi”. Cullinan, il cui nome deriva da quello del più grande diamante grezzo mai trovato, ha valore nominale di 325mila dollari, ma nessuna Rolls-Royce viene consegnata nel suo modello base: è possibile aggiungere decine se non centinaia di migliaia di dollari al prezzo di partenza tra vernice personalizzata, pelle, legno o mobili su misura. Tutto ciò allo scopo di distinguerlo dal suv di lusso, leader del segmento, Range Rover, le cui offerte sono cresciute in maniera costante negli ultimi anni, ma senza mai riuscire a sfiorare l’opulenza del suo rivale della Goodwood. Se qualcuno doveva ideare la ‘Rolls-Royce dei suv’, questo qualcuno non poteva che essere la stessa Rolls-Royce.  

Cullinan senza dubbio troverà la sua strada nei parcheggi custoditi di Beverly Hills e Bahrain, ma in realtà è stato ideato per qualcosa di molto più grande. “Per la prima volta, Rolls-Royce usa parole come pratico, funzionale, e versatile”, afferma Müller-Ötvös. “Puoi metterci tutta la famiglia, portare i cani, andare a pescare, qualsiasi cosa tu voglia. Potrebbe pure rimanere sporco un paio di giorni. Nessun problema”. Le credenziali delle performance di Cullinan sono supportate dai suoi 563 cavalli di potenza, un motore V12 biturbo dall’azienda parente Bmw, e un bottone ‘off-road’ che aiuta l’auto a scivolare sui terreni accidentati grazie alle sospensioni che lavorano a doppia velocità.

Rolls Royce
Un SUV Cullinan della Rolls-Royce in un centro commerciale ad Hangzhou city, a Est della provincia cinese di Zhejiang, 19 June 2018. (Imaginechina via AP Images)

Rolls-Royce è entrata tardi nel mercato altamente redditizio dei suv di lusso. Uno dopo l’altro, i produttori che si sono specializzati per la maggior parte del secolo in auto sportive premium e berline con autista si sono inchinati alle recenti pressioni del mercato, affinché i clienti che vogliono veicoli più alti non si rivolgano ai brand rivali. I loro sforzi sono stati premiati. La Bentley Bentayga, la Lamborghini Urus e la Maserati Levante sono diventate bestseller all’interno dei rispettivi marchi. Secondo Aston Martin il suo crossover Dbx, che entrerà in commercio alla fine di quest’anno, consentirà di raddoppiare le vendite globali del marchio. L’interesse dei consumatori difficilmente si fermerà. Le auto alte sono da tempo passate dall’essere novità all’essere la norma. Rolls-Royce, che vende circa 4mila macchine all’anno, si aspetta risultati simili.

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di settembre.

Puoi abbonarti al magazine in versione cartacea oppure puoi accedere alla versione digitale.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.