27 Novembre 2019

Canva, la startup (da 3 mld di dollari) che vuole far dimenticare PowerPoint

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Di Alyssa Newcomb – Ogni 36 secondi, qualcuno crea un nuovo progetto, un nuovo grafico, un nuovo disegno, utilizzando Canva: una società che non ha ancora raggiunto la fama di Facebook, o Twitter, ma che ha un piano ambizioso per arrivare a quel livello nel 2020. Ciò include aiutare oltre 30mila dei suoi partner senza scopo di lucro a creare progetti che possano utilizzare per raccogliere denaro o consapevolezza sulle questioni di giustizia sociale, un uso popolare per i prodotti dell’azienda nata 7 anni fa. Le presentazioni e la pubblicità stanno diventando più visive, afferma il Ceo Melanie Perkins, la cui missione è mettere gli strumenti di progettazione nelle mani di tutti coloro che usano Internet.

Dopo che Canva è stata utilizzata come parte di una campagna l’anno scorso riguardo alla detenzione di bambini rifugiati a Nauru, un’isola al largo delle coste dell’Australia, Perkins ha visto quanto potenti possano essere gli strumenti della sua azienda. “In Australia, c’era un centro di detenzione su un’isola e c’erano bambini detenuti, il che era orribile e non c’era molta consapevolezza, e poi World Vision ha creato una campagna”, ha detto Perkins a Fortune durante un’intervista al Web Summit , una conferenza tecnologica annuale a Lisbona, in Portogallo, all’inizio di questo mese.

“Hanno creato un template con Canva e hanno fatto in modo che la comunità assorbisse il messaggio, che si è diffuso in lungo e in largo”, afferma. “Il potere del design di comunicare un messaggio e unire veramente una comunità per raggiungere il suo obiettivo è forte, e penso che stiamo iniziando a vederlo sempre di più”.

Quest’anno, la start-up australiana, che offre strumenti di progettazione facili da usare, è diventata una società da 3,2 mld di dollari, grazie a un giro di finanziamenti di 85 mln di dollari da parte degli investitori della Silicon Valley, tra cui Mary Meeker. Quel finanziamento, annunciato ad ottobre, l’ha resa una delle start-up a guida femminile più ricche al mondo. In confronto, Cloudflare, che è stata co-fondata da Michelle Zatlyn, vale 5,33 mld di dollari, secondo il prezzo di chiusura di Borsa della società, venerdì scorso.

Mentre il 40% degli utenti di Canva si trova negli Stati Uniti, lo strumento di progettazione online ha utenti in 190 paesi. Perkins afferma che 20 milioni di persone usano Canva ogni mese.

“Nel corso degli anni, tutto è diventato più visivo. Abbiamo visto gli annunci pubblicitari diventare più visivi. Abbiamo visto il modo in cui i venditori lavorano: prima scrivevano mail, ora all’improvviso creano deck personalizzati”, afferma Perkins. “Questa enorme tendenza in ogni singolo settore ora coinvolgerà le presentazioni”.

Perkins vuole porre fine alla “morte da PowerPoint”, lo strumento di presentazione che ha governato gli anni ’90 e 2000.

Con questo obiettivo in mente, Perkins sta aumentando il personale di Canva. La società prevede di avere 815 dipendenti entro la fine del 2019. Il prossimo anno, ha in programma di raddoppiarli per aiutare a mettere gli strumenti di progettazione nelle mani di più utenti, che vanno dalle organizzazioni no profit e università agli inserzionisti, alle piccole imprese senza un grande budget di progettazione, o le persone a cui piace semplicemente creare i propri progetti e meme da condividere online.

La visione di Perkins per il 2020 include anche la creazione di uno strumento di presentazione ben progettato per gli smartphone. “È molto eccitante, perché puoi prendere molta della potenza di Internet e applicarla alle presentazioni, inserendo molte più cose come contenuti dinamici e Giphy, video di YouTube, post di Facebook e tweet”, afferma. “Penso che ci sia così tanta confusione ora nel mondo che le persone vadano attratte da una comunicazione chiara e concisa”, afferma Perkins. “E questo vale per le presentazioni, per le pubblicità, per qualsiasi contenuto”.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.