Advertisement

6 Dicembre 2019

CloudMinds, dalla Cina i robot 5G che potrebbero rivoluzionare il lavoro

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Di Fortune.com – Robotica, intelligenza artificiale, 5G e cloud computing sono oggi alcune delle parole più interessanti della tecnologia. Una società cinese le sta combinando tutte e lanciando una ‘nuovo business di robot cloud 5G’, ha affermato Robert Zhang, co-fondatore e presidente della società di robotica CloudMinds.

 

CloudMinds, che ha il sostegno di SoftBank e Foxconn e di uffici in Cina e Silicon Valley, produce robot creati con un sistema di apprendimento basato sul deep learning e interconnessi da un sistema cloud che consente la raccolta e la condivisione dei dati in tempo reale.

 

La categoria di robot cloud comprende distributori automatici intelligenti, veicoli per il pattugliamento autonomi e robot di servizio umanoidi in grado di afferrare oggetti con le mani.

 

Il sistema di robotica cloud si basa sulla copertura della rete 4G e 5G e Zhang, parlando al vertice Infinity Ventures a Bangkok martedì — Fortune è uno sponsor del vertice di quest’anno — ha affermato che vuole spostare i robot interamente all copertura 5G il prima possibile .

cloudminds robot cloud 5g
A XR-1 5G cloud robot by CloudMinds shakes hands with a visitor, during the Mobile World Congress wireless show, in Barcelona, Spain, Monday, Feb. 25, 2019. The annual Mobile World Congress (MWC) runs from 25-28 February in Barcelona, where companies from all over the world gather to share new products. (AP Photo/Emilio Morenatti)

 

“Il 5G è il motore di crescita per i cloud robot”, ha dichiarato Zhang, aggiungendo che il mercato potrebbe raggiungere 100 mld di dollari nel 2023.

 

“L’obiettivo a lungo termine che i robot cloud devono raggiungere è quello di gestire i lavori [che gli umani non vogliono fare] in modo che i robot possano liberare le persone da queste manzioni”, ha detto Zhang. Zhang definisce un robot di servizio come “una macchina che può sostituire il ruolo di un essere umano in alcune aree e ridurre i costi almeno della metà”.

 

“Questo è davvero il futuro”, ha detto. Le parole di Zhang arrivano in un momento pieno di preoccupazioni – dalle società di analisi economica al candidato presidenziale degli Stati Uniti Andrew Yang – sul fatto che i robot sostituiranno gli umani in una vasta gamma di lavori e lasceranno le persone senza lavoro. Oxford Economics stima che entro il 2030 i robot sostituiranno fino a 20 milioni di lavori in fabbrica.

 

Ma Zhang ha affermato che i robot rappresentano una ‘evoluzione’ nei posti di lavoro: faranno il lavoro ripetitivo, pericoloso o difficile che gli umani non possono o preferirebbero non fare e apriranno nuove carriere come operatori di robot e formatori, anche se ciò richiederà che politici e imprenditori intervengano e assicurino che i lavoratori sostituiti siano in grado di passare ai nuovi posti di lavoro, avverte l’analisi di Oxford Economics.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.