CDP3Advertisement
CDP4Advertisement
WBF

Philip Morris accelera verso l’addio alle sigarette

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
philip morris sigarette iqos
Aboca banner articolo

L’obiettivo è ambizioso: eliminare la sigaretta classica “il prima possibile”, entro un futuro prossimo che potrebbe avere come orizzonte già il 2030. Questo anche guardando a un dato concreto e cioè che “entro il 2025 oltre il 50 per cento dei ricavi netti totali arriverà da prodotti ‘smoke-free’, cioè senza combustione, consentendo quindi a 40 milioni di nostri clienti fumatori il passaggio a prodotti tecnologicamente più avanzati, quindi senza combustione”. A spiegare gli obiettivi di Philip Morris, multinazionale del settore del tabacco, è Stefano Volpetti, chief consumer officer della società.

Proprio in questa ottica, è stata presentata questa mattina ‘Veev’, l’e-cig di ultima generazione tra i prodotti senza combustione. “Il nostro obiettivo – ha spiegato Marco Hannappel, presidente e amministratore delegato di Philip Morris Italia – è rendere il fumo di sigaretta un ricordo del passato nel più breve tempo possibile. Una sfida senza precedenti che ha il suo centro propulsivo in Italia, dove la trasformazione aziendale di Pmi ha generato e continuerà a generare importanti investimenti in ogni ambito della nostra filiera integrata”.

Rispetto alle altre sigarette elettroniche, ‘Veev’ ha un riscaldatore – ‘Mesh’ – che è progettato per rimanere in costante contatto con il liquido così da garantire “dall’inizio alla fine un’esperienza uniforme”. ‘Veev’ è il secondo prodotto senza combustione che Philip Morris dopo Iqos, che scalda il tabacco senza bruciarlo.

Due prodotti che la multinazionale ha realizzato grazie a oltre 400 scienzati di 40 nazionalità e esperti di 30 discipline scientifiche e ingegneristiche. E con un investimento economico che nel 2020 è stato di oltre il 99 per cento dei propri investimenti in Ricerca e Sviluppo: in particolare, negli ultimi 15 anni, Philip Morris ha investito oltre 8 miliardi di dollari nei prodotti senza combustione. Il 26 ottobre Philip Morris inaugurerà a Bologna un nuovo centro di Ricerca e Sviluppo in cui lavoreranno 260 dipendenti.

Dopo una prima fase pilota con il lancio in alcune città italiane, Veev sarà ora disponibile in tutto il territorio nazionale, ampliando il portafoglio dei prodotti senza combustione di Philip Morris International per rispondere alle diverse esigenze dei consumatori italiani e accelerare il declino delle sigarette. Veev rappresenta una nuova idea di sigaretta elettronica: semplice da usare, intuitiva e con un design compatto. A differenza della tecnologia tradizionale a stoppino e bobina, l’innovativo riscaldatore Mesh è progettato per rimanere in contatto costante con il liquido e offrire un’esperienza uniforme dall’inizio alla fine. Il dispositivo è un sistema chiuso che utilizza Veev pod appositamente progettati e prodotti nell’Unione Europea secondo elevati standard di qualità. Inoltre, Veev offre agli utenti la possibilità di bloccare e sbloccare il proprio dispositivo quando lo desiderano.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.