CDP3Advertisement
CDP4Advertisement
WBF

Chi è Vitalik Buterin, cofondatore di Ethereum

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Aboca banner articolo

Vitalik Buterin è da tempo un nome conosciuto nella comunità delle criptovalute, ma ultimamente è diventato noto a tutti. La rete Ethereum, di cui il 28enne è cofondatore, è ormai un colosso. Alimenta la seconda criptovaluta più importante del mondo ed è ampiamente nota per le sue funzionalità di smart contract e applicazioni per la finanza decentralizzata (DeFi) e gli Nft, tra le altre cose.

Con il suo successo, Buterin è diventato il più giovane miliardario di criptovalute del mondo, ma ha ambizioni molto più alte per la blockchain e per se stesso, che andrebbero al di là del semplice profitto. La rivista Time ha recentemente riferito che il patrimonio netto di Buterin ammonta ad almeno 800 mln di dollari.

Nei primi mesi del 2022 si è imposto come una sorta di voce della coscienza del mondo delle criptovalute, condannando Vladimir Putin per l’invasione dell’Ucraina, e il Bored Ape Yacht Club per aver alimentato la disuguaglianza economica all’interno dello stesso spazio crypto che lo ha reso famoso.

Ecco cinque cose da sapere su Buterin.

1. È nato fuori Mosca da due informatici e si è appassionato alla matematica sin dalla tenera età

Buterin è nato appena fuori Mosca nel 1994 da due informatici, Dmitry Buterin e Natalia Ameline.

Come i suoi genitori, Vitalik ha sviluppato un interesse per i numeri. Ad esempio, a soli 4 anni, Buterin ha ‘ereditato’ il vecchio computer Ibm dei suoi genitori, ha riferito il Time, e ha iniziato a giocare con Excel.

Excel era il suo giocattolo preferito“, ha detto il padre a Fortune.com nel 2016.

La famiglia si trasferì dalla Russia al Canada quando Buterin aveva 6 anni, e già a 7 anni “poteva recitare più di cento delle cifre del pi greco e ripetere equazioni matematiche per passare il tempo”. Ha iniziato a programmare all’età di 12 anni e oggi parla correntemente quasi sei lingue ed è esperto in diverse discipline come la teoria sociologica e il calcolo avanzato, riporta sempre il Time.

2. Ha conosciuto Bitcoin grazie a suo padre

Quando aveva 17 anni, Buterin ha appreso per la prima volta di Bitcoin, la più grande criptovaluta per valore di mercato, da suo padre.

All’inizio ha respinto l’idea, ma in seguito si è interessato alla blockchain dopo una brutta esperienza con gli sviluppatori di giochi di World of Warcraft. Buterin si è invaghito dell’idea di una piattaforma decentralizzata non controllata da nessuna entità.

All’epoca, “pensavo più che altro ai videogiochi”, ha detto a Wired nel 2016.

“Ho iniziato a considerare tutto ciò che aveva a che fare con la regolamentazione del governo o con il controllo aziendale come un semplice male. E ho pensato che le persone in quelle istituzioni fossero un po’ come il signor Burns, seduto dietro le loro scrivanie a dire: ‘Eccellente. Come posso fregare un migliaio di persone questa volta’”.

3. Ha cofondato la rivista ‘Bitcoin’

A 18 anni, Buterin ha cofondato uno dei principali periodici di criptovalute e ne è diventato il principale animatore. Lì ha imparato molto di più su Bitcoin e su cosa potesse rendere migliore la blockchain.

Secondo Time, il giovane imprenditore pensava che questa sarebbe servita come soluzione per proteggere beni che vanno dalle applicazioni web ai derivati ​​finanziari fino a tipi di prestiti non predatori. Ha gestito il suo ruolo in Bitcoin mentre frequentava l’Università di Waterloo e svolgeva un altro lavoro come assistente di ricerca per un crittografo, ha riferito Wired.

4. Ha abbandonato il college e ha creato Ethereum

Buterin ha abbandonato il college nel 2013 e ha iniziato a scrivere il white paper di Ethereum.

“Quando mi sono inventato Ethereum, il mio primo pensiero è stato: ‘Ok, questa cosa è troppo bella per essere vera, avrò professionisti che mi daranno addosso e mi prenderanno in giro per quanto sono stato stupido a non aver notato un mucchio di difetti molto evidenti”, ha detto Buterin a Wired“Due settimane dopo sono rimasto estremamente sorpreso dal fatto che nulla di tutto questo fosse accaduto. Come è poi stato confermato, l’idea di base di Ethereum era buona e sana“.

Nel 2014, Buterin ha ottenuto una borsa di studio da Peter Thiel (confondatore di Paypal e noto venture capitalist), che consisteva in 100mila dollari da investire nel suo lavoro.

5. Sta diventando sempre meno neutrale

Nel 2022, Buterin ha affermato che spera di “diventare sempre più schietto e meno neutrale”, ha detto al Time. “Preferirei che Ethereum offendesse alcune persone piuttosto che si trasformasse in qualcosa che non rappresenta nulla”.

Di recente, Buterin ha condannato l’invasione dell’Ucraina da parte del presidente russo Vladimir Putin, twittando: “Questo è un crimine contro il popolo ucraino e russo”, prima di procedere, settimane dopo, in un’intervista al Time, a criticare la sua comunità di criptovalute (Buterin ha in realtà avuto un breve incontro con Putin a un evento nel 2017 e ha discusso con lui di Ethereum).

L’articolo originale è su Fortune.com.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.