GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Enel, Cattaneo: raggiunti tutti i target del 2023, risultati solidi e indebitamento in calo

I risultati finanziari per l’anno 2023 evidenziano una performance solida e in linea con le aspettative del mercato. Enel ha annunciato che l’Ebitda ordinario è salito a 22 miliardi di euro, registrando un aumento dell’11,6% rispetto all’anno precedente. Allo stesso modo, l’utile netto ordinario ha visto una significativa crescita del 20,7%, raggiungendo i 6,5 miliardi di euro.

Obiettivi strategici raggiunti

Tutti gli obiettivi strategici previsti per il 2023 sono stati raggiunti con successo (è scritto in una nota del colosso del’Energia), riflettendo un’efficace gestione delle attività aziendali. Un dato particolarmente rilevante è stato il notevole aumento della generazione di cassa operativa, che ha segnato una crescita del 63% rispetto all’anno precedente, superando di 3 miliardi di euro il valore massimo storico del gruppo Enel.

Tuttavia, nonostante i risultati positivi in termini di Ebitda e utile netto, i ricavi complessivi di Enel nel 2023 hanno subito una contrazione, attestandosi a 95.565 milioni di euro, rispetto ai 140.517 milioni registrati nel 2022, con una variazione del -32%. Questo calo è stato principalmente attribuito ai minori prezzi medi di vendita, nonché ai cambiamenti nel perimetro di consolidamento aziendale.

L’Ebitda, invece, si è attestato a 20.255 milioni di euro, registrando un modesto aumento del 1,7% rispetto all’anno precedente, mentre il risultato netto del gruppo è più che raddoppiato, raggiungendo i 3.438 milioni di euro, con una crescita del 104,4%.

Indebitamento finanziario in calo

Un dato positivo è rappresentato dalla diminuzione dell’indebitamento finanziario netto, che è sceso a 60.163 milioni di euro (erano 60.663 milioni a fine 2022, -0,8%), riflettendo una gestione prudente delle finanze aziendali. Gli investimenti sono diminuiti a 12.714 milioni di euro, principalmente a causa dei cambiamenti nel perimetro di consolidamento e della focalizzazione sugli investimenti nelle reti di distribuzione e nelle fonti rinnovabili, soprattutto in Europa.

Infine, Enel ha proposto un dividendo complessivo di 0,43 euro per azione per l’intero esercizio 2023, rappresentando un aumento del 7,5% rispetto all’anno precedente. Una parte di questo dividendo, pari a 0,215 euro per azione, è stata già corrisposta agli azionisti a gennaio 2024.

Il Ceo Flavio Cattaneo: risultato solidi, merito del nuovo management

L’amministratore delegato di Enel, Flavio Cattaneo, alla guida da 10 mesi del Gruppo, ha definito i risultati “solidi”, attribuendoli all’efficacia delle azioni intraprese dal nuovo management.

Cattaneo ha sottolineato che questi risultati sono in linea con le priorità strategiche dell’azienda, che mirano all’ottimizzazione del profilo rischio/rendimento, all’efficienza, all’efficacia e alla sostenibilità, sia finanziaria che ambientale.

Guardando al futuro, Enel si aspetta un ulteriore aumento della remunerazione degli azionisti per il 2024, dopo aver proposto un dividendo in crescita del 7,5% per il 2023, pari a 0,43 euro per azione. La continua attenzione all’innovazione e alla sostenibilità sembra essere la chiave per il successo continuo di Enel nel settore energetico in continua evoluzione.

Attenzione in Borsa

C’è attenzione degli investitori dopo la pubblicazione dei suoi risultati finanziari a Borsa chiusa. I dati nelle prime fasi della sessione di Borsa hanno mostrato una resilienza importante del titolo Enel, guadagnando lo 0,16% e raggiungendo i 6,06 euro, in linea con l’andamento del Ftse Mib.

Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.