fbpx

Perché FedEx ha deciso di abbandonare Amazon?

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Di Erik Sherman – FedEx ha deciso di prendere il suo camion, fare marcia indietro e allontanarsi da Amazon. La notizia secondo cui FedEx Ground non avrebbe rinnovato il suo contratto di consegna con il colosso dell’e-commerce non è stata una grande sorpresa per gli osservatori del mercato. Ma è stata comunque significativa. Secondo gli analisti le cause della decisione sono state le richieste sempre crescenti di Amazon, la sua posizione in via di consolidamento come concorrente e i bassi margini per il lavoro di consegna.

La società di consegna e logistica aveva già annunciato il suo piano per porre fine alla consegna espressa per Amazon il 7 giugno. Il ragionamento era quindi già simile alle dichiarazione di FedEx di mercoledì, secondo cui “il cambiamento è coerente con la nostra strategia di concentrarci su un più ampio mercato dell’e-commerce”.

Amazon ha dichiarato che: “stiamo costantemente innovando per migliorare l’esperienza del corriere e talvolta ciò significa rivalutare le nostre relazioni con il corriere stesso”. Come ha osservato Morgan Stanley in una dichiarazione mercoledì, “una cosa del genere sarebbe stata impensabile 5-7 anni fa, quando la crescita dell’eCommerce era la base di investimento principale per FedEx e UPS”. Ma le cose sono cambiate e gli interessi delle due società non coincidono più.

Amazon è troppo grande per chiunque

Le enormi dimensioni di Amazon, insieme alla sua continua crescita, trainata da venditori di terze parti che utilizzano Amazon Marketplace e che rappresentano il 58% delle vendite fisiche lorde della merce nel 2018, secondo i documenti finanziari, ha trasformato i suoi costi di trasporto in un incubo strategico e fiscale.

“Nel 2015 [Amazon] ha speso 11,1 mld di dollari” per i trasporti, ha dichiarato Helane Becker, direttore delle aeree industriali e consumer di Cowen. “Nel 2017 hanno speso 27,7 mld. In pratica in cinque anni spendi 85 mld in trasporti e, se sei Amazon, devi preoccuparti. Ha rappresentato il 12% delle entrate, ed è in crescita”.

In confronto, il fatturato totale di FedEx per l’anno fiscale 2019 conclusosi a maggio è stato di 68,7 miliardi. UPS ha registrato 71,9 miliardi nel 2018. Amazon sta rapidamente superando la capacità di qualsiasi operatore di gestire comodamente la propria attività. “Se sei FedEx e UPS, o scegli di seguire Amazon e sminuire tutte le altre tue attività a lungo termine o te ne vai”, ha detto Becker. “E FedEx e UPS hanno affermato che non si adegueranno ad Amazon.

Amazon ha poi sviluppato la propria rete di consegna e trasporto, una sfida impegnativa. Cowen stima che FedEx e UPS abbiano circa 1.300 aerei, migliaia di strutture e oltre 750.000 dipendenti. Amazon, d’altra parte, dovrebbe raggiungere 50 velivoli entro la fine di quest’anno, tra 65 e 70 nel 2020, e alla fine avranno bisogno di 200 aerei entro sette anni. Ovvero, un sacco di investimenti.

Profitti inesistenti

Mentre 200 aerei sarebbero solo il 15% delle flotte combinate di UPS e FedEx, i soldi che le compagnie di consegna hanno visto, in confronto, sono poca cosa. FedEx, ad esempio, ha affermato in precedenza che Amazon rappresentava l’1,3% dei suoi guadagni prima dell’annuncio della fine del contratto, secondo Morgan Stanley. Se UPS avesse un volume simile, ciò suggerirebbe un costo elevato per mantenere il servizio.

“Pensiamo che [FedEx] ritenga che la sua attività su Amazon non sia sufficientemente remunerativa per continuare”, ha dichiarato Keith Schoonmaker, direttore della ricerca azionaria industriale presso Morningstar Research Services. “Sicuramente nessun cliente ha diritto a uno sconto maggiore rispetto ad Amazon. In più la consegna a residenze private è più costosa della consegna alle imprese e non è l’attività più attraente del mondo. Se fosse super redditizio, non credo che se ne allontanerebbero”.

Inoltre, secondo gli analisti, Amazon ha lavorato sulle proprie reti di consegna locali che alla fine verranno offerte come servizio ad altre società, così come ha fatto con le funzionalità di deposito, vendita online e cloud. Come indicato dall’ultima relazione annuale, la società considera “concorrenti le società che forniscono servizi logistici per sé stessi o per terzi, sia online che offline”.

Il modo migliore per descrivere la situazione è che Amazon è un concorrente di FedEx, ha detto Becker. “E FedEx farebbe consegne per UPS?”.

Amazon ha concentrato le proprie consegne su aree urbane ad alta densità che consentono costi più efficienti, lasciando i tipi di spedizione più costosi a FedEx e UPS, riducendo ulteriormente i loro margini.

“Perché andare a Rockford per un paio di pacchetti se puoi stare nel centro di Chicago?” Disse Schoonmaker. “Puoi consegnare ogni 20 metri. Hai una rete più fitta e molti più ricavi per km”.

In effetti, sia UPS che FedEx hanno aiutato e soddisfatto le esigenze di consegna di Amazon proprio mentre l’azienda di e-commerce lavora per affermarsi come loro concorrente.

Implicazioni a breve termine

Per FedEx, le implicazioni immediate potrebbero non essere così grandi. Secondo Morningstar, l’80% del volume d’affari di FedEx proveniente da Amazon era rappresentato da consegne espresse che sono già state gradualmente eliminate. Ciò lascerebbe circa lo 0,26% delle entrate rimaste attribuibili ad Amazon, un colpo non così grande.

Inoltre, l’abbandono di Amazon apre risorse per seguire altre direzioni. “Il lancio della consegna domenicale all’inizio del prossimo anno ha bisogno di risorse, risorse che Amazon stava prosciugando”, ha affermato Scott Freeman, consulente per gli investimenti con Criterion Capital Advisors, che possiede azioni FedEx per conto dei suoi clienti. Tuttavia, ci sono alcune implicazioni negative. “La vicenda costerà qualcosa a FedEx nel breve termine, poiché il volume del pacchetto Amazon esce dai conti dell’azienda”, ha affermato Nic Fahri, partner della società di consulenza strategica OC&C Strategy Consultants. “Se consideriamo gli effetti sulle festività natalizie, l’effetto non si mitigherà prima del 2020”.

E FedEx è stata colpita anche dagli investitori, con le azioni in calo dell’1% mercoledì. “Le persone sono preoccupate per l’ingresso di un nuovo concorrente”, ha detto Schoonmaker. UPS ha iniziato a raccogliere affari da cui FedEx si è allontanato. “Lo scorso trimestre abbiamo assistito a una crescita massiccia delle consegne rapide di UPS”, dopo che FedEx ha lasciato cadere Amazon, ha affermato Schoonmaker. “Probabilmente succederà ancora”. La decisione potrebbe anche aver aumentato la posizione negoziale di UPS con Amazon. “L’uscita di FedEx rafforza la mano di UPS e USPS a breve termine”, ha affermato Fahri. “A lungo termine, però, devono affrontare una decisione: sono con Amazon o contro di loro? È una decisione difficile”. Per quanto riguarda Amazon, mentre FedEx si allontana, sarà costretto a decidere quanto spendere per compensare tutti quei camion, aerei e personale che ha sfruttato finora per portare libri, pancetta e scatole varie.