fbpx

9 Settembre 2019

La scomparsa silenziosa degli sportelli bancari

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Come cambiano i paesi e i quartieri delle città dopo la dismissione degli sportelli bancari. Secondo i dati di Bankitalia, sono sparite 9mila filiali negli ultimi 10 anni.

Senza tanti clamori e ‘grida di dolore’, i quartieri, centrali e periferici, delle nostre città stanno cambiando volto per la scomparsa silenziosa di uno dei loro protagonisti degli ultimi 25 anni: gli sportelli bancari. Chi lavora nel settore o i consumatori più attenti se ne sono accorti, filiali grandi e piccine, recenti o un po’ datate, in palazzi storici o in edifici moderni, vengono spazzate via e ridotte a gusci vuoti o convertite in altro: dalle rivendite di frutta agli empori, passando per boutique di abbigliamento e piccoli supermercati.

Tutte cancellate da una tecnologia inarrestabile. Bonifici, rendiconti, acquisto e cessione di azioni, pagamenti di utenze, persino accensione di mutui e prestiti, vengono sempre più eseguiti dal pc o dallo smartphone. Le operazioni da ‘remoto’ sono oramai il 65% del totale. E il numero di volte che ciascun cliente, ogni mese, materialmente varca la soglia di una filiale, per ragioni indifferibili come una firma o una consulenza, è in caduta libera. Secondo gli ultimi dati dell’osservatorio banche-clienti Abi e Ipsos, quasi la metà ci va meno di una volta al mese. In pratica in dieci anni il numero delle visite in agenzia si è ridotto di oltre un quarto.  Ma non è di questo che vogliamo parlare qui né della mutazione che le stesse filiali superstiti stanno compiendo. Una mutazione che le vede trasformarsi da luoghi blindati, protetti da metal detector, guardie giurate e telecamere, luoghi di lunghe file, di cassieri che umettano le dita per contare le banconote, di discussioni interminabili per una operazione o per una commissione, a posti sempre più ‘aperti’, simili a luminosi salottini, disseminati di totem informatici e connessioni dove chiedere una consulenza o un piano pensioni.

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di settembre.

Puoi abbonarti al magazine in versione cartacea oppure puoi accedere alla versione digitale.

 

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscrivti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selelezione degli articoli di Fortune.