novanordisk
novanordisk 2
novanordisk 3
novanordisk 4
novanordisk 5
novonordisk 6
novonordisk 7
novonordisk 8
novonordisk 9
novonordisk 10
novonordisk 11
novonordisk 12
Novonordisk 13
novonordisk 14
novonordisk 15
novonordisk 16
philip

La Cina sta accelerando sulla sua valuta digitale

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
didi chunxing moneta digitale cina uber ride hailing cina

Di Naomi Xu Elegant – Didi Chuxing Technology, gigante cinese dei passaggi in macchina on demand, testerà una versione pilota della valuta digitale cinese, secondo una dichiarazione della società che ha annunciato una ‘partnership strategica’ con il Digital Currency Research Institute della banca centrale. La People’s Bank of China (PBOC) sta infatti studiando dal 2014 una valuta digitale nazionale nota come Digital Currency Electronic Payment (DCEP) e l’anno scorso ha intensificato gli sforzi per implementarla. La data di lancio e altri dettagli del progetto della Didi non sono noti pubblicamente.

 

L’enorme base clienti di Didi, l’infrastruttura di pagamento digitale esistente e la gamma di servizi la rendono la piattaforma ideale per il più grande test della valuta digitale, finora. Didi ha oltre 550 milioni di utenti in tutto il mondo, la maggior parte dei quali in Cina; rivendica oltre il 90% del mercato cinese del trasporto di persone su richiesta, il settore del ride-hailing. Didi è spesso descritta come ‘l’Uber della Cina’, ma i suoi servizi sono più ampi di quelli che riguardano le auto private. Offre servizi di trasporto in taxi, carsharing, trasporto merci, consegna e logistica e ha una filiale automobilistica autonoma che ha ricevuto finanziamenti per oltre 500 milioni di dollari a maggio per test e sviluppo.

 

Il lancio della valuta sull’app mobile Didi metterebbe automaticamente il sistema di pagamento direttamente nelle tasche di mezzo miliardo di cittadini cinesi. Dal momento che Didi offre servizi di consegna di generi alimentari e di merce, oltre a chiamare auto e taxi, la valuta potrebbe essere provata anche in questi settori. Didi osserva un’espansione dei pagamenti digitali almeno da aprile, quando Tony Qiu, direttore operativo delle operazioni internazionali di Didi, ha detto a Reuters che “acquisire e lavorare con società di pagamento che hanno una licenza bancaria, o tecnologie di pagamento e finanziarie, porterebbe vantaggi al business globale di Didi”. Qiu non ha spiegato quali fossero questi vantaggi.

 

Il programma pilota della PBOC con Didi sarà uno dei primi lanci nel mondo reale della valuta digitale cinese. Un distretto nella città cinese di Suzhou ha utilizzato la valuta a maggio per pagare parte dei sussidi di trasporto per i lavoratori del settore pubblico. Secondo un rapporto dei media locali in aprile, McDonald’s e Starbucks sono tra le aziende incluse in un elenco PBOC di imprese programmate per testare il pagamento digitale sulle piccole transazioni, in una nuova città in costruzione vicino a Pechino.

 

La valuta digitale sarà sostenuta ed emessa dalla banca centrale cinese. Una volta lanciata, i clienti saranno in grado di collegare la propria carta di credito a un’app PBOC che consentirà loro di convertire lo yuan nel proprio conto bancario in yuan digitale, secondo quanto riportato da South China Morning Post a maggio. Le persone senza conti bancari saranno anche in grado di impostare portafogli di valuta digitale. Attualmente, gli utenti possono pagare per i servizi Didi tramite WeChat Pay di Tencent e Alipay di Alibaba, entrambi portafogli digitali. Non è ancora noto se la valuta digitale sarebbe distribuita agli utenti Didi attraverso questi portafogli digitali esistenti o tramite un portafoglio separato della banca centrale, ma la dipendenza esistente da tali portafogli significa che i consumatori sono pronti a effettuare pagamenti digitali.

 

Dalla sua fondazione nel 2012, Didi ha battuto la concorrenza – fondendosi con i rivali locali e acquisendo Uber China – per diventare l’app principale di trasporto in Cina. Didi è una delle maggiori aziende tecnologiche cinesi, con il sostegno finanziario di Apple, Alibaba Group, Tencent Holdings e il gruppo giapponese SoftBank. Ha una valutazione stimata di circa 53 mld di dollari.

 

Il numero giornaliero di passeggeri di Didi è calato all’inizio di quest’anno quando il coronavirus ha colpito la Cina e le persone sono rimaste nelle loro case. La società ha lavorato duramente per riportare indietro i clienti e ha investito oltre 14 mln di dollari per installare divisori di plastica protettivi nelle suoi milioni di auto per prevenire la diffusione del virus e garantire la sicurezza dei passeggeri. L’amministratore delegato di Didi, all’inizio di giugno, ha dichiarato che le richieste in arrivo quel mese erano tornate ai livelli dello stesso periodo dell’anno precedente.

bristol
INFRATEL
double for you 2
Galapagos Rubrica
dhl

Leggi anche

bristol
INFRATEL
double for you 2
Finanza Agevolata
dhl
Bristol
BITPANDA
INFRATEL
double for you 2

Ultim'ora