WBF

La settimana, storie e analisi: vaccini Covid, 8 milioni di casi in meno

moderna vaccini
Aboca banner articolo

Ecco le notizie della newsletter di questa settimana:

– Vaccini Covid, otto milioni di casi e 150mila decessi in meno
– Trenord, intervista al presidente Federica Santini
– Un Recovery 2 ora è improbabile
– Materie prime, manca tutto tranne il riso
– La corruzione in sanità e l’effetto pandemia

L’opinione

Di Margherita Lopes

Non sono mancate nel nostro Paese le perplessità o lo scetticismo rispetto ai vaccini anti-Covid, e questo anche se la stragrande maggioranza della popolazione si è ordinatamente messa in fila per ricevere prima le due dosi, poi il primo booster. Ora uno studio dell’Istituto superiore di sanità ci permette di fare il punto sull’effetto delle vaccinazioni. E i numeri sono decisamente importanti. In Italia i vaccini anti-Covid hanno permesso di evitare circa 8 milioni di casi, oltre 500.000 ricoveri, oltre 55.000 ingressi in terapia intensiva e circa 150.000 decessi. La stima, che si riferisce al periodo tra il 27 dicembre 2020, data di inizio della campagna vaccinale, e il 31 gennaio scorso, è riportata nell’ultimo report diffuso dall’Iss.

Trovate qui l’opinione integrale.

[email protected]

 

Le altre storie della settimana


Trasporti
Santini (Trenord): Innovare è fondamentale per riportare le persone a bordo

Dal primo aprile la capienza sui treni è tornata al 100% e non è più necessario il super Green pass. Ma gli strascichi degli ultimi due anni ci sono, soprattutto su un settore impattato come quello dei trasporti. Quale sarà il ruolo dell’innovazione nel rilancio dei trasporti su ferro? Secondo Federica Santini, che è Presidente di Trenord dal 2018, e che da anni lavora su strategie e innovazione del settore, dopo la pandemia “il punto è capire quanto gli impatti siano reversibili o no”.


Politica
Ue tra regole e economia, ma un Recovery 2 ora è improbabile

Come conciliare il bisogno di fornire un sostegno temporaneo all’economia con il rispetto delle rigide regole Ue sugli aiuti di Stato e sulla tenuta dei conti pubblici? Esattamente 2 anni fa, in un’Europa piegata dalla crisi generata dalla pandemia, la soluzione si chiamò Recovery fund. Al di là dei pressing della nostra politica, fonti diplomatiche italiane, rispondono con molta cautela alla domanda se i tempi siano maturi per adottare un Recovery 2.


Dall’edicola
Materie prime e made in Italy, manca tutto tranne il riso

La pandemia prima e il conflitto in Ucraina poi, hanno mostrato quanto l’Italia sia dipendente dall’estero per i cereali. Eppure, se si guarda alle esportazioni del Made in Italy  nell’agroalimentare, si scopre che produciamo più di quanto consumiamo. Ecco perché.


Health
Corruzione in sanità e l’effetto pandemia

Corruzione in sanità, a che punto siamo? È un fenomeno ancora molto diffuso in Italia secondo il 90% dei 4.000 dipendenti di sette aziende sanitarie intervistati da React per conto di Transparency International Italia. Addirittura un dipendente su quattro ritine che episodi di corruzione avvengano all’interno della propria struttura. Una situazione che pare essere stata accentuata dalla pandemia, con un tasso di vittimizzazione salito al 9% rispetto al 4% dell’era ante-Covid.

 


Notizie Adnkronos:

– Nuovi strumenti per l’energia delle Pmi

– Ritornare alla vita oltre i tumori rari del sangue

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.