Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
pfizer

La settimana, storie e analisi: non ci fermiamo

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Questa è la versione web della newsletter settimanale di Fortune Italia. Ci si può registrare qui.

In primo piano c’è sempre il coronavirus. Raccontiamo degli ambulatori del Lazio, dove mancano le mascherine; del test rapido per scovare il Covid in un’ora; delle misure di Cdp per il sostegno alle imprese; del crollo delle borse dopo le decisioni della Bce e delle parole di Lagarde (che non è Draghi).

Il numero di marzo di Fortune Italia non è disponibile solo in versione cartacea, in edicola, ma anche online.

 

L’opinione

Di Fabio Insenga

 

In questo momento, nell’emergenza sanitaria che ha prodotto il disorientamento sociale e personale che tutti percepiamo, il ruolo dell’informazione assume un’importanza ancora maggiore rispetto a quella dei tempi ‘normali’. I giornalisti, quasi tutti, stanno dando il loro contributo. È fatto di notizie, di idee, in un racconto della realtà che diventa ogni giorno più complesso. Cambiano continuamente i punti di riferimento, le coordinate di un sistema messo alla prova su un terreno che nessuno di noi aveva mai frequentato.

Noi, come tutte le altre testate, abbiamo scelto di non fermarci. Stiamo anzi raddoppiando i nostri sforzi, pur lavorando in condizioni ‘nuove’, con le chat, il telefono e il pc che devono sostituire la comunicazione normale, quella fatta del contatto fisico all’interno di una redazione. Fortuneita.com sta assicurando un aggiornamento continuo sull’emergenza Coronavirus, tentando di analizzarne in particolare le ripercussioni sul sistema produttivo, sulle prospettive per le imprese e sulla vita degli italiani. Il numero di aprile di Fortune Italia sarà ovviamente diverso rispetto a quanto pianificato, è stato stravolto il timone e la gestione della pandemia causata dal Covid-19, insieme alle principali conseguenze, saranno il tema centrale. Tutto questo, grazie al lavoro quotidiano della redazione e dei collaboratori. Non ci siamo fermati un attimo e non ci fermeremo. Con tutte le risorse disponibili. A maggior ragione adesso.

Trovate qui l’opinione integrale.

f.insenga@magentamedia.it

 

Le altre storie della settimana

 

Health
Medici di base senza protezioni: “Mancano anche le mascherine”

Ce lo stanno ripetendo ormai da settimane: qualora dovessimo percepire dei sintomi che potrebbero ricollegarsi a una infezione da coronavirus l’imperativo è assolutamente quello di evitare di recarci al pronto soccorso e rivolgerci, invece, al nostro medico curante. Ma dagli ambulatori del Lazio, che sono il primo approdo per chi teme di aver contratto il virus, arriva la denuncia: mancano mascherine e altri dispositivi di protezione.

 

Mercati
Lagarde non è Draghi, e il Coronavirus affonda le Borse

Christine Lagarde non è Mario Draghi. La sintesi è brutale, e forse ingenerosa, ma fotografa l’effetto delle decisioni della Bce e delle parole del presidente dell’Eurotower sull’andamento delle Borse europee, in una giornata segnata dagli sviluppi dell’emergenza Coronavirus. Evidentemente, la capacità di convincere i mercati che sta mostrando Lagarde non è la stessa del suo ingombrante predecessore, Draghi. La fermezza del ‘Whatever it takes’ pronunciato per difendere l’Euro, e di tanti altri messaggi chiave della gestione del presidente italiano, rappresentano un precedente difficile da gestire, in termini di comunicazione. Così come le scelte e gli strumenti utilizzati in passato rischiano di mettere in ombra quelli disponibili oggi.

Health
Coronavirus, entro fine marzo il test rapido: risultati in un’ora

Una nuova speranza per snellire il processo dei tamponi e dell’individuazione del coronavirus che ha messo in ginocchio l’Italia, ormai “zona protetta”. Diasorin, colosso internazionale della diagnostica (con sede a Saluggia, Vercelli), ha annunciato di poter fornire entro fine marzo un nuovo test rapido in grado di individuare i casi di contagio da Covid-19 in un’ora.

Economia
Le nuove misure di Cdp per il sostegno alle imprese

Dopo le iniziative annunciate qualche giorno fa (prima dell’istituzione da parte del Governo delle ‘zone arancioni’ nel Nord e, successivamente, dell’estensione delle misure al Paese intero) il Gruppo Cassa Depositi e Prestiti ha preparato nuovi strumenti per il sostegno delle imprese italiane, colpite dall’epidemia di coronavirus. Le iniziative annunciate da Cdp servono a favorire accesso al credito, export e internazionalizzazione, e sono già attive, e alzano la quota di risorse messe a disposizione dal Gruppo: da 1 a 7 mld.

 

Notizie Adnkronos

-Al via una raccolta fondi per il Columbus Covid-2 Hospital

-Terna, oltre 7 mld per transizione energetica nel piano 2020-24

Galapagos Rubrica
Innova Finance

Leggi anche

TTG
ttg
servier box 2
data factor
omron
pfizer

I più letti